Raccontro del viaggio in Andalusia

Vasta regione meridionale della Spagna abitata da un popolo esuberante e amante delle feste. Qui nasce il Flamenco, l’ottimo sherry e una delle più grandi feste di tutta la Spagna. La regione è anche ricca di storia grazie alla sua posizione geografica, terra di confine e di conquista nei secoli da innumerevoli popolazioni del Mediteranno. La mia esperienza e conoscenza di questa regione si è limitata ad un tour che ha toccato le principali città con visita alle bellezze storiche, monumentali e artistiche di cui l’Andalusia è ricca. Su questi argomenti esiste una completa bibliografia sia cartacea che in rete, per cui è mio limiterò a riportare qualche impressione.
Dal punto di vista economico l’Andalusia è considerata una terra povera ed emarginata rispetto alle altre regioni spagnole, la mancanza di una grande industria o di sviluppati settori commerciali ha relegato quest’area tra le ultime della Spagna. Il turismo  dato dalle sue spiagge e dalle città d’arte compensa solo in parte questa situazione che per molti aspetti è simile a quello presente in Italia con il meridione. Qui però la differenza con noi si nota, si nota nei servizi pubblici, sempre in ordine e puntuali, nel rispetto delle regole valide per tutti, nella conservazione delle città, pulite e ben tenute e non solo nei grandi centri urbani o nei centri storici ma anche in periferia. Il mio tour ha avuto inizio nella città di Malaga gradevole e piena di vita (come del resto in molte città spagnole ….) con la sua Alcazaba, di recente restauro e con il castello di Gibralfaro dove all’interno non c’è molto da vedere ma il tutto è ben conservato e merita una visita almeno per il panorama che si può ammirare sulla città, sul porto.

A seguire una breve sosta lungo la Costa del Sol rinomata per le sue spiagge e per il divertimento. La tappa è a Torremolinos un villaggio di pescatori che a partire dagli anni ’60 si è completamente trasformato in una nota località balneare. Palazzi e grattacieli con hotel si affacciano in modo continuo sulla spiaggia dalla sabbia ocra-marrone.  Del vecchio villaggio rimane ben poco, qualche vicolo che sale lungo un costone di roccia per raggiungere la sommità in una piazzetta, anche lei ormai invasa da negozi, ristoranti, bazar cinesi, ecc. Il tour prosegue verso la città di Ronda posta in una posizione spettacolare sulle montagne della Serranìa de Ronda. Città divisa in due da una gola alta 100metri chiamata El Tajo che divide la parte più antica, di origine araba, dalla città moderna.La sua posizione permette di ammirare dall’alto la grande valle del Rio di Guadalevìn, un vero spettacolo. Grande è la differenza che si apprezza tra queste due parti della stessa città, la parte più antica (la Ciudad) è silenziosa, pacifica percorsa da poche persone oltre che dai turisti che girano negli stretti vicoli alla ricerca di qualcosa di “originale” mentre la parte nuova brulica di vita frenetica, andirivieni di gente, strade trafficate, strade piene di negozi, ecc.
Jerez de la Frontera è la successiva città. Anche qui sorprende l’ordine, la pulizia e l’attenzione del particolare in tutte le zone della città in speciale modo nel delizioso centro storico. A Jerez non si può fare a meno di vistare una Badegas, una cantina di produzione dello sherry così rinomato e apprezzato in Inghilterra. Tappa successiva Cadice con la città che si sviluppa su una lingua di terra che sembra penetrare il mare. I ridotti spazi a disposizione hanno fatto si che si sia sviluppato un impianto urbanistico fatto di strette vie sulle quali si affacciano alti palazzi, una caratteristiche che piace a molti spagnoli e stranieri che qui trascorrono lunghi periodi di soggiorno.
Da Cadice ci spostiamo a Siviglia, sicuramente la più bella città dell’Andalusia. E’ una città che affascina, un misto di antico e moderno che convivono in armonia senza strappi o forzature, difficile trovare un’altra città così. La sua maestosa cattedrale, tra le più grandi in stile gotico del mondo, con i suoi tesori interni coinvolge emotivamente il turista che salendo sulla torre chiamata Giralda, un minareto della precedente moschea, ha una visione completa di questa grande città. 

Non da meno l’Alcazar, un palazzo più che un castello, con interni splendidi che fanno capire l’importanza che questo luogo aveva fino ai secoli scorsi. Siviglia è una città giovane e giovanile, non fosse per la sua rinomata università, città che offre molto al turista frettoloso ma anche a colui che vuole viverla per un certo periodo. Da Siviglia a Cordoba, città più austera con un centro storico molto bello anche se troppo turistico. La sua cattedrale merita una visita attenta, pochi sono i monumenti in cui, come qui, si sono espresse religioni diverse in momenti diversi con diverse ristrutturazione nel corso dei secoli cosa che ha donato a questa cattedrale una atmosfera speciale difficile da descrivere. Percorrendola al suo interno è come percorrere un viaggio storico nel tempo e nell’arte.
E per finire Granada, città adagiata su delle colline con la visione sulla Sierra Nevada. La sua Alhambra, una fortezza, con i suoi ricchi e splendidi palazzi interni è uno dei più rinomati siti storici di tutta l’Andalusia. Milioni di turisti ogni anno la visitano, entrare non è semplice se non si ha prenotato specie nei periodi di alta stagione, le visite sono a orari  prefissati e i gruppi hanno la precedenza. Una fatica che viene ampiamente ricompensata dalla bellezza dei palazzi in particolare quello di Nazaries all'interno del quale si trovano stanze fiabesche con stucchi finissimi e pregiati dai colori tenui dell’azzurro e del pastello con soffitti lignei di grande impatto visivo. A parte la cattedrale e l’interessante Cappella Reale che completa i monumenti più importanti di Granada, la città non pare reggere il paragone con le altre dell’Andalusia, non manca la vita, l’intensità delle persone però tutto sembra più anonimo e scontato come il centro storico e il quartiere arabo che la caratterizzano.









Album foto

Album fotografico con scatti di Siviglia, Cordoba, Malaga, Granada e altre località storiche andaluse

Mappe siti storici

Mappe di edifici storici, chiese e siti da visitare, con indicazioni utili

Clima

Grafico clima Siviglia
Grafico del clima di Siviglia mese per mese con giorni di pioggia, di sole, precipitazioni, ecc.

Ente turismo

Ente pubblico del Governo Spagnolo che si occupa della promozione turistica della Spagna nei mercati esteri

Newsletter Alisei

newsletter di viaggio e di fotografia


Altri viaggi

Fuerteventura

Acque cristalline, sole tutto l'anno, miti temperature, infinite distese di spiagge, natura selvaggia ......

Lanzarote

Lanzarote è considerata l'isola dei vulcani per gli innumerevoli vulcani spenti che troviamo dietro ogni monte ......

Marocco

Rabat, Meknes, Fes e Marrakech, sono le 4 città che hanno avuto, in tempi diversi, il fregio di essere state capitali del regno ......