BORGO DI
SAN SEVERINO MARCHE
(Macerata - Marche)

.
.
.
.
.
.
.

San Severino Marche è un nucleo urbano addossato al colle di Montenero, nella valle del Potenza. Il Castello, la parte più antica, occupa la sommità del colle mentre il borgo più recente si sviluppa lungo il pendio e a valle.  San Severino Marche ha l'appellativo di “città dei campanili” per i tanti campanili romano-gotici qui presenti che segnalano la presenza di molte chiese.

COSA VEDERE A
SAN SEVERINO MARCHE

Un vicolo di San Severino Marche
La visita a San Severino Marche inizia, normalmente, dalla piazza principale del borgo, Piazza del Popolo, una grande piazza dalla particolare forma ellittica sulla quale si affacciano innumerevoli palazzi gentilizi. Qui si trova il Municipio, con l’ufficio della Pro Loco, la chiesa parrocchiale di San Giuseppe, il teatro e ad un estremo, la Torre dell’Orologio (Palazzo Servanzi Confidati) caratterizzata da un doppio quadrante.

Alle spalle della piazza, sul lato da verso il colle, si sviluppa il nucleo storico del borgo costituito da vie e viuzze in cui prevalgono le case in cotto rispetto a quelle intonacate, molte hanno conservato i suggestivi portali ad arco con lesene in rilievo. Passeggiando in questi vicoli si incontrano alcuni palazzi rinascimentali come Palazzo Crivelli, Palazzo Divini, Palazzo Franchi e alcune chiese (quasi tutte chiuse in occasione della mia visita) come la chiesa di Sant’Agostino. Passeggiando in questa zona del borgo, si apprezza il decoro, la pulizia e la buona conservazione degli edifici, però  l'impressione è quella di un nucleo poco abitato, molte sono le case che paiono chiuse e poche le persone che si incrociano. Riprendendo la visita e superata la chiesa di Sant'Agostino si raggiunge la Pinacoteca Civica e proseguendo ancora si giunge alla Porta Romana estremo lembo del borgo.

Sulla sinistra della Porta Romana e sul fianco della Fonte di San Lorenzo, un vicolo che conduce verso il borgo antico sulla cima del colle di Montenero.

Subito dopo aver imboccato il vicolo, sulla sinistra, la bella chiesa di San Lorenzo in Doliolo caratterizzata dal campanile posto al centro della facciata che funge anche da ingresso. Purtroppo l’interno è stato rifatto e intonacato ma diversi sono i punti in cui sono ancora evidenti tratti di affreschi.  
fonte sette candele San Severino Marche

Dalla chiesa di San Lorenzo si inizia a salire, il vicolo fiancheggia un tratto dalle antiche mura fino a raggiungere l’antica Fonte delle Sette Candele, fonte posta all'interno un edificio ben recuperato dove sono presenti delle vasche per attingere l'acqua e dove si lavavano i panni. In corrispondenza alla fonte si trova una antica porta lungo la cinta muraria, Porta delle Sette Candele, un doppio accesso pedonale e carraio.

Proseguendo si riprende a salire tra basse case e giardini circondati da un grande silenzio fino a giungere la sommità del colle, Il Castello.  Questo è stato il nucleo del Comune durante il medioevo, oggi rimangono pochi ma importanti elementi del lontano passato. In primo luogo la Torre Civica del XIII secolo che svetta alta e domina tutto l’abitato con i suoi 40 metri benché leggermente inclinata, torre che aveva lo scopo di avvistamento e difesa. Poi l’antico Duomo, una massiccia costruzione che risale al 1300 con annessa una torre campanaria quadrata. Il tutto in stile gotico realizzato in cotto e in parte con pietre bianche. Importante il bel portale d’ingresso strombato con cornici in pietra chiara, archetti e colonnine. Secondo la tradizione la chiesa sorge sul luogo ove furono trasportate le reliquie di Severino, santo vescovo della città romana di Septempeda posta non lontano da San Severino Marche e oggi racchiusa all'interno di un parco archeologico.

La chiesa è chiusa per i danni subiti in occasione del terremoto del 2016, benché, se fortunati, è possibile vedere il grande chiostro interno. Nel vicino Episcopio il Museo Civico Archeologico Giuseppe Moretti che ospita reperti rinvenuti in alcune necropoli circostanti nonché quelli provenienti dall’antica città romana di Septempeda. Purtroppo anch’esso trovato chiuso (direi temporaneamente). Alle spalle del Duomo, ma più in basso si trova il grande monastero di S. Caterina che ospita delle monache Benedettine, non pare visitabile ma può essere interessante osservare dall’esterno questo complesso che un tempo doveva ospitare molte religiose.

Non resta che scendere e ritornare al punto di partenza seguendo via S. Francesco (del resto è l'unica) che porta verso il borgo. E' una via tranquilla e immersa nel verde oltre che nel silenzio. Lungo la strada si incontra il monastero di Santa Chiara, la chiesina di S. Teresa ed infine, quasi in paese, la piccola Santa Maria delle Vergini o Pitturetta. Ormai si entra nell’abitato dove una via dritta dritta conduce alla piazza del Popolo da dove siamo partiti.

CURIOSITA' SU
SAN SEVERINO MARCHE

 Palio dei Castelli

In occasione della festa del patrono, San Severino vescovo che ricorre l’8 giugno, a San Severino Marche si svolge il Palio dei Castelli, una importante rievocazione storica che vede coinvolta molta parte della popolazione.
La manifestazione dura diversi giorni e prevede diverse manifestazioni in costumi d’epoca, con suoni, giochi e gastronomia che si fondono tra loro. Oltre al Palio vero e proprio che prevede gare di tiro alla fune e tiro con l’arco, nel tempo si è aggiunta la “Corsa delle torri”, una manifestazione molto spettacolare dove squadre formate da 8 atleti che si rincorrono lungo l’anello della piazza principale portando a spalla una pesante torre che raffigura il proprio castello.

L'aspetto religioso della rievocazione è rappresentato dall’offerta dei ceri al Santo che avviene al termine del corteo storico, animato da oltre un migliaio di figuranti che percorrono le vie del centro in costume medievale al suono di chiarine e tamburini.

Vedi il sito: www.paliodeicastelli.org

SINTESI SU
SAN SEVERINO MARCHE

San Severino Marche è un borgo alquanto interessante, in particolare nella parte del Castello (il borgo antico) dove diversi sono gli edifici storici e gli elementi architettonici presenti che complessivamente risultano ben conservati.
Il borgo più recente, quello intorno alla grande piazza ovale (piazza del Popolo), propone diversi palazzi gentilizi, vicoli e case popolari in buono stato di conservazione.

Completa ed esauriente la segnaletica turistica e non solo quella relativa agli edifici storici ma anche quella legata ai percorsi di visita suggeriti.


 VALUTAZIONE COMPLESSIVA


  Posizione del borgo
  Stato di conservazione
  Rispetto storico architettonico
  Cura e pulizia del borgo
  Valorizzazione del borgo
  Segnaletica turistica

GALLERIA FOTOGRAFICA
SAN SEVERINO MARCHE

Tutte le foto e i video presenti in questa galleria sono di Roberto


centro borgo San Severino Marche

DOVE SI TROVA
SAN SEVERINO MARCHE

NELLE VICINANZE DI
SAN SEVERINO MARCHE

borgo di Elcito
borgo di Cingoli
borgo di San Ginesio
borgo di Treia

TI POTREBBE INTERESSARE

Viaggi

di Alisei

Video

di Alisei

Blog

di Roberto


NEWSLETTER ALISEI

Registrandovi alla Newsletter sarete sempre aggiornati sui borghi e sui castelli visitati da Roberto






CONDIVIDI QUESTA PAGINA

ReCaptcha

Questo servizio Google viene utilizzato per proteggere i moduli Web del nostro sito Web e richiesto se si desidera contattarci. Accettandolo, accetti l'informativa sulla privacy di Google: https://policies.google.com/privacy

Google Analytics

Google Analytics è un servizio utilizzato sul nostro sito Web che tiene traccia, segnala il traffico e misura il modo in cui gli utenti interagiscono con i contenuti del nostro sito Web per consentirci di migliorarlo e fornire servizi migliori.

Facebook

Il nostro sito Web ti consente di apprezzare o condividere i suoi contenuti sul social network Facebook. Attivandolo e utilizzandolo, si accetta l'informativa sulla privacy di Facebook: https://www.facebook.com/policy/cookies/

YouTube

I video integrati forniti da YouTube sono utilizzati sul nostro sito Web. Accettando di guardarli accetti le norme sulla privacy di Google: https://policies.google.com/privacy

PInterest

Il nostro sito Web ti consente di condividere i suoi contenuti sul social network PInterest. Attivandolo e utilizzandolo, si accetta l'informativa sulla privacy di PInterest: https://policy.pinterest.com/it/privacy-policy/