Indonesia tra cultura orientale, tradizioni e curiosità

Gulungan

E’ una delle più importanti ricorrenze di Bali, ricorda la morte di un tiranno leggendario. In occasione di questa ricorrenza, la festa dura 10 giorni, tutti gli dei scendono sulla terra per prendere parte ai festeggiamenti. Barong (un mitologico cane-leone) passa da tempio a tempio e da villaggio in villaggio con salti e capriole mentre la gente fa festa e si diverte con amici e parenti. Le celebrazioni culminano con la cerimonia del Kuningan in cui le genti salutano e ringraziano gli dei che sono scesi in terra per questa occasione. Il Kuningan è una festa aperta a tutti e gli stranieri sono ammessi e graditi.
La data dei festeggiamenti non è fissa ma varia secondo il calendario Wuku che consta di 210 giorni/anno diviso in 10 diversi tipi di settimane/anno con una lunghezza variabile di giornate, una cosa per noi occidentali abbastanza complessa.


Gli aquiloni di Samur

Viaggiando nella regione meridionale di Bali non si può fare a meno di notare la grande quantità di aquiloni che si librano in cielo. Alcuni di essi sono ben visibili anche da lontano grazie alle notevoli dimensioni e presentano una coda che si estende anche per oltre 100mt. Molti di essi raggiungono altezze tali da dare richiamare l’attenzione dei piloti d’aereo. Per molti balinesi, questi aquiloni hanno un significato religioso, cioè hanno il compito di sussurrare alle orecchie degli dei e ricordare loro qualcosa che sta a cuore a qualcuno, come la guarigione da una malattia, auspicare un buon raccolto di riso, ecc.  Per la maggior parte degli abitanti gli aquiloni sono un divertimento e nel mese di luglio negli spazi aperti nei dintorni di Sanur si organizzano manifestazioni dove i gli amanti di questa arte si sfidano in acrobazie e capacità di creare figure nel cielo con i loro aquiloni. Molta attenzione viene riservata ai disegni e ai colori utilizzati per dipingerli, esistono gare solo per questi aspetti.


Gelato di alghe

La carragenina è una sostanza emulsionante impiegata come addensante nella produzione di gelati, formaggi e molti altri prodotti e viene utilizzata anche come sostituto dei grassi nei prodotti dietetici. Nell’isola di Lembongan, nelle vicinanze di Bali, viene coltivata un’alga con un elevato contenuto di carragenina e questa attività coinvolge la stragrande maggioranza degli abitanti. Il lavoro è duro e faticoso ma per chi non ha altre risorse o possibilità se non la pesca c’è poco da fare. La coltivazione avviene prevalentemente in una laguna dall’acqua bassa e calma dove acque ricche di sostanze nutritive favoriscono una crescita molto veloce delle alghe (circa 45 giorni). Le coltivazioni sono facilmente visibili, si tratta di grandi matrici di corde che vengono fissate ai due estremi e sulle quali l’alga si attacca e cresce. Giunto il periodo di maturazione, le corde ricche di alghe vengono portate a terra dove donne e uomini, spesso anziani, si adoperano per staccare le alghe dalle corde (operazione completamente manuale) per poi farle essiccare al sole. Una volta conclusa l’essicazione le alghe vengono esportate in tutto il mondo per la successiva lavorazione ed estrazione della carragenina.


Le corse dei tori

La zona di Negara è famosa per la corsa dei tori (mekepung), manifestazioni che si svolgono tra luglio e ottobre. Ogni corsa si conclude con l’assegnazione del trofeo BUPATI CUP. Gli animali sono in realtà dei bufali che si cimentano su un tratto di strada o di spiaggia di 2Km trainando minuscoli carretti nei quali i conducenti, vestiti con abiti sgancianti, guidano e incitano gli animali stando in piedi. Il vincitore non è per forza chi arriva primo, esiste un attribuzione di punteggi che considera anche chi ha corso con maggiore eleganza.


Nyepi

Nyepi è il rito di purificazione più importante per i balinesi ed ha lo scopo di cacciare tutti gli spiriti maligni e consentire di iniziare il nuovo anno nel modo migliore. In base al calendario hiudu, questa ricorrenza cade tra marzo e aprile. In questa particolare giornata, a partire dall’alba e fino al tramonto tuta l’isola si ferma letteralmente. Non volano gli aerei, la circolazione è vietata a tutti i mezzi di trasporto ed è anche vietata la circolazione per strada delle persone, turisti compresi. Il Nyepi è un momento in cui si tenta di ingannare gli spiriti maligni facendo pensare loro che l’isola di Bali sia stata abbandonata ed indurli ad andarsene. Per i balinesi è un giorno dedicato alla preghiera e alla meditazione. I turisti che non osservano la regola ed escono dagli hotel o dalle case di soggiorno vengono quasi subito intercettati dai “pecalang” (funzionario della polizia del villaggio) e scortati per rientrare in hotel o nella casa di soggiorno.


Ogoh Ogoh

Nelle settimane che precedono il Nyepi (vedi sopra …), nei villaggi si costruiscono grandi ed elaborati mostri di cartapesta chiamati Ogoh-Ogoh alla cui realizzazione partecipa alacremente tutta la comunità. La sera che precede il Nyepi, in tutta Bali si svolgono cerimonie che hanno lo scopo di attirare i demoni fuori dai loro nascondigli. La credenza dice che essi si ritrovano nel centro del villaggio per cui il sacerdote del villaggio è qui che compie gli esorcismi. Il rito prosegue coinvolgendo tutte le genti che iniziano a fare rumore con qualsiasi cosa, tamburi di latta, petardi, percuotendo tronchi cavi (kulkul) e quant’altro possa fare del chiasso assordante. Mentre tutto ciò avviene, tutti gridano “via, via” per scacciare i demoni. Il finale di questa notte scatenata è il momento in cui gli Ogoh-Ogoh vengono dati alle fiamme. Si ritiene che i demoni che resistono a tutto questo se ne andranno il giorno dopo in occasione del grande silenzio in cui cadrà l’isola di Bali per il Nyepi.


Piatti balinesi e indonesiani

La gastronomia indonesiana é influenzata dalla cucina cinese, indiana e olandese e varia da isola a isola. Il riso è in assoluto il protagonista, viene servito come piatto principale e anche da contorno. Per le fritture viene utilizzato olio di cocco mentre il latte di cocco è un ingrediente per i condimenti. Le spezie sono molto utilizzate e ricordano i curry indiani. Le carni più consumate sono principalmente basate sul pollo, pochi i piatti basati sul manzo. La carne di maiale è consumata dalle popolazioni hinduiste e cristiane che sono la minoranza. Ovunque si consuma pesce fresco. Se volete conoscere i piatti tipici di Bali-Indonesia e documentarvi prima di partire, potere leggere questo elenco :  

Il viaggio

Ricca di risorse naturali e con un'incredibile varietà di culture, l'Indonesia per secoli ha attirato ......

Album foto

Serie di album con le foto più interessanti dei luoghi visitati nel mio viaggio in Indonesia

Foto gallery

Slideshow di fotografie raccolte in un'unica gallery con gli scatti più caratteristici e belli 

Clima

Grafico clima Bali
Grafico del clima di Depasar (Bali), mese per mese con giorni di pioggia, temperature, precipitazioni, ecc.

Newsletter Alisei

newsletter di viaggio e di fotografia


In profondità

Tempio Madre

Balì è chiamata l'isola degli dei per il grande numero di templi, però solo uno è chiamato il "tempio madre"

Snorkeling

L'Indonesia è un'area geografica ricca di opportunità per gli amanti dello snorkeling, scopriamo quali sono le zone più interessanti


Altri viaggi

Andamane

www

India

ww

Thailandia