Maiorca - racconto del viaggio

L'isola di Maiorca è una destinazione mediterranea molto frequentata da turisti di tutta Europa spece da inglesi. Meno alla moda di altre isole delle Baleari offre un contesto alquanto variegato di possibilità di soggiorno. Il litorale di Maiorca presenta un paesaggio contrastante, da un lato le montagne della Sierra de Tramuntana che si tuffano a picco nel mare, dall'altro la costa con una miriade di spiagge e cale. Sulla costa Nord, proseguendo da Est ad Ovest, si passa da zone selvagge a zone di alta urbanizzazione, dove ci si imbatte in spiagge super affollate che offrono tutti i tipi di servizi, come la baia di Pollenca o la baia di Alcudia. La costa Sud, invece, sia nella zona orientale che occidentale, alterna a spiagge affollate come quelle di Manacor (ad Est) e di Palma (ad Ovest), piccole spiagge incontaminate e cale solitarie, perfette per chi desidera un po' di intimità.

La mia esperienza in quest'isola mi ha portato a soggiornare nella cala di Canyamel posta sulla costa nord-orientale dell'isola, punto dal quale ho effettuato le varie escursioni noleggiando una autovettura. Solo dotandosi di un mezzo indipendente si ha la possibilità di visitare le varie parti di quest'isola così diverse tra loro come descritto in precedenza. L'hotel in cui ho soggiornato è stato il Canyamel Classic, una struttura posta molto vicino alla spiaggia con dotazioni e offerta di servizi in linea ad altri hotel di classe media di quest'isola. Maiorca è abbastanza estesa e un soggiorno di una settimana non permette di visitarla tutta per cui è necessario fare delle scelte in base ai propri gusti e al tempo a disposizione. Sicuramente la costa est e parte di quella nord, sono da vedere in quanto costituiscono le parti più belle di quest'isola, Palma di Maiorca va senz'altro visitata come altri centri minori all'interno che presentano varie e interessanti caratteristiche.
Palma di Maiorca è l'unica vera città dell'isola piacevole da esplorare in una giornata. E' una città elegante, attiva di giorno e vivace di notte. Il suo centro è variegato e costituito da lunghi viali alberati, palazzi in stile liberty, vicoli lastricati e chiese gotiche. E' anche una città molto affollata di turisti con molti negozi di souvenir tutti uguali per non parlare della zona verso il mare fortemente cementificata con molti palazzi e grattacieli

fotografie di Maiorca

Come si diceva la costa est è la più interessante e bella, qui si trovano dei centri molto conosciuti dal punto di vista turistico come Cala Rajada, una cala priva di spiaggia ma centro molto frequentato ricco di ristoranti, bar e locali notturni.  Scendendo verso sud sono veramente molte le spiagge e le cale, citiamo cala Gat piccola ma bellissima con il suo mare antistante dai colori vivaci del verde e del blu, cala Son Moll subito dopo cala Rajada, cala da San Font molto particolare e piccolissima, cala Canyamel tranquilla e isolata, cala Bona e cala Millor molto turistiche e giù fino ad arrivare a Portocristo, un interessante e caratteristico paese  stretto tra vicoli e stradine per poi proseguire verso cala Anguila e cala Estany non molto grandi, cala Domingos, brulicante di turisti, per poi raggiungere il paese di pescatori di Portocolom in cui merita fermarsi.
La costa nord dell'isola parte dalla punta più ad est di Capdepera per proseguire proseguire verso occidente con un tratto con qualche cala (Mesguida e Torta) in un contesto selvaggio e roccioso. Qui troviamo il Parco Naturale della Penisola di Levante nato proprio per tutelare l'area da insediamenti turistici. La costa poi prosegue degradando progressivamente fino a giungere alle ampie pianure su cui si affacciano lunghissime spiagge come quella della baia di Alcudia. Queste sono zone ad alta urbanizzazione fitte di turisti provenienti da tutta Europa.
La visita dell'isola si è conclusa con un tour all'interno toccando piccoli paesi e cittadine interessanti come le medievale Alcudia e Artà, per poi spostarmi sulla catena di montagne della Sierra de Tramuntana dove merita una visita alle piacevoli cittadine di Soller, di Deia e di Valledemossa.