Seychelles - curiosità, tradizioni e leggende

Il matrimonio

Un matrimonio tradizionale alle Seychelles si sviluppa con un rituale stravagante che ormai sta scomparendo. Tutto inizia con il corteggiamento che è unico di queste isole. L'uomo scrive una lettera d'amore per i genitori della ragazza che vuole sposare, nella lettera veniva espressa la sua profonda passione per la figlia, l'uomo spiega il suo carattere, quello che d'importante aveva fatto nella vita, la sua occupazione/lavoro, cosa farà al fine di garantire il mantenimento del materiale della ragazza, quanti figli vorrebbe, ecc.
Se i genitori della ragazza accettano la proposta, il corteggiamento può iniziare, l'uomo tesse un cesto di cocco chiamato 'Kapatya' e lo porta, pieno di frutta e verdura varia, a casa della ragazza come offerta ai genitori. Questa è una prova che deve dimostrare ai genitori della ragazza che l'uomo era un gran lavoratore e ha buone capacità con le sue mani (più è grande e intrecciato il  'Kapatya' meglio è) quindi è in grado di provvedere alla sua futura moglie.
Ora, il giovane uomo e la donna possono stare vicini in presenza dei genitori e solo di altre ragazze nella casa dei genitori di lei. Durante questo periodo la coppia ha modo di conoscersi a vicenda. La coppia deve dimostrare il nascere dell'amore tra loro impegnandosi in un gioco eccitante chiamato 'Roul pomme d'amour'. L'uomo prende un pomodoro rosso 'noto anche come una mela amore' e lo fa rotolare su un tavolo lanciando verso la ragazza, questo significava che l'ama, se anche lei fa rotolare  il pomodoro verso di lui allora vuol dire che l'amore è ricambiato da lei.
Il giorno del matrimonio, per chi se lo può permettere, una automobile viene decorata con fiori di frangipani e nastri colorati. All'uscita della chiesa o nel luogo della festa, viene eretto un arco con foglie di palma e decorato con fiori freschi, la coppia attraversa questo arco seguita dagli ospiti, il tutto accompagnato da una band che suona la marcia nuziale con strumenti come chitarre, violini, banjo, triangoli e tamburi. Alla festa di nozze, tutti partecipano bevendo, cantando e ballando come vuole la tradizione, le donne più anziane cantato vecchie canzoni sentimentali a voce alta.


La musica alle Seychelles

Le tradizioni musicali delle Seychelles hanno influenze africane, questo è dovuto sia al fatto che l'Africa rappresenta il continente più vicino geograficamente, sia per il fatto che i colonizzatori inglesi attingevano dal continente la forza lavoro (schiavi). La Moutya è una danza che risale proprio dai tempi della schiavitù. Si tratta di una danza lenta, dolorosamente erotica che viene di solito eseguita al ritmo di un singolo tamburo, le  canzoni Moutya sono in realtà delle preghiere che i primi schiavi adattavano in canti nei campi di lavoro per cui le canzoni Moutya erano considerate dai bianchi come un modo sovversivo e di protesta che le autorità coloniali britanniche finirono per proibire.
 
Altra danza famosa alle Seychelles è la Sega è una danza musicale con un ritmo più Calypso-like. Sega è popolare in molte delle isole delle Indie Occidentali, tra Mauritius e Réunion è una danza esotica spesso erotica. Le donne indossano ampie gonne colorate e volteggiano e ondeggiano accompagnandosi con movimenti delle braccia. Le coppie ballano  il sega sulla spiaggia intorno ad un fuoco. La sabbia limita i movimenti dei piedi, sicché oggi, quando si danza il Sega, i piedi non lasciano mai il pavimento e strisciano avanti e indietro.  Lo sfregamento dei piedi e l'ondeggiare delle anche sono parte integrante della musica.  Il ritmo della musica coinvolge i ballerini inducendo una forza vibrante che porta ad un ballo sfrenato. La Sega è normalmente accompagnata da strumenti tradizionali come il Ravane, che è un cerchio di legno su cui è stato teso un pezzo di pelle di capra, il Coco, (Maracas), che rappresenta la sezione di percussioni, il triangolo, un pezzo triangolare di metallo che tintinna quando viene battuto con una sbarra di ferro, la chitarra tradizionale, che qui è uno strumento a corda singola con un arco collegato a un "Calebasse" (strumento a scuotimento ricavato da zucche essiccate e svuotate). Stimolati e ispirati dal rum locale, la gente si riunisce attorno ad un fuoco da campo per dare libero sfogo alle loro emozioni. Capita spesso le persone ballano senza musica con il solo accompagnamento del Ravane e il tintinnio di cucchiai, lo sferragliare di semi in una scatola di latta, e il battito delle mani degli spettatori che alla fine si uniscono al divertimento.
 
La danza Contredanse è presente nella cultura delle Seychelles benché abbia le sue origini nella corte francese XVIII secolo. Gli strumenti musicali della danza sono i violini, il banjo, le fisarmoniche e tamburi, e molti musicologi la trovano simile a tradizioni musicali arcadici del Nord America.
Il ballo è un ballo figurato che vede un certo numero di coppie disposte in quadrato (chiamata quadriglia francese) o in colonne (variante chiamata quadriglia inglese).


Festival creolo

Il Festival annuale Kerol, normalmente si svolge nel mese di ottobre sulle isole di Mahè, Praslin e La Digue. E' l'unico festival non religioso importante celebrato dalla popolazione a maggioranza cattolica. La celebrazione dura una settimana e non si limita a riconoscere solo i creoli locali, ma accoglie e abbraccia tutti i creoli provenienti da punti di tutto il mondo, aggiungendo così ulteriore ricchezza e diversificazione al festival.
Tutti gli aspetti della cultura creola a disposizione del pubblico, con concerti diversi di musica (soprattutto jazz), spettacoli di danza, concorsi di danza Sega e Moutya, degustazione di specialità locali, presentazione di costumi e tradizioni, narrazione e poesie, ma anche mostre e conferenze sulla lingua o sull'identità creola ..... tutto a pochi passi dal mare o anche in spiaggia.
Nell'ambito della settimana di festeggiamenti c'è una particolare festa che dura tutta la notte, chiamata Bal Asosye, la quale si svolge in un locale elegante ed esclusivo della capitale Victoria. Si inizia alle ore 18:00 e la festa sfrenata continua fino alle 7 del mattino successivo - senza tregua. A mezzanotte, una zuppa piccante di patate ed erbe viene servita agli ospiti per tenere tutti svegli.


Lingua creola

Il creolo è la lingua franca delle isole, nella maggior parte delle Seychelles si parla almeno tre lingue correntemente: creolo, inglese e francese. La lingua madre è un adattamento del francese del XVII secolo con parole ed espressioni supplementari provenienti da lingue africane e dal Madagascar. Chiunque parla un po' di francese sarà in grado di comprendere il creolo, che è più semplice da imparare, in quanto non vi è alcun genere e le terminazioni verbali rimangono costanti.