BORGO DI
CAMPLI
(Teramo - Abruzzo)



.



Posto nel cuore delle colline teramane, Campli è un tranquillo borgo dalle antiche origini. Grazie a ritrovamenti nella zona, si può affermare che la sua storia inizia nel neolitico, si evolve durante l’epoca romana per raggiungere il suo momento migliore durante il Medioevo.

Nonostante i terremoti che si sono susseguiti nel corso del tempo, Campli conserva ancora molti edifici storici di notevole interesse tanto da rientrare nel club dei Borghi più belli d’Italia.

COSA VEDERE A
CAMPLI

portico di palazzo farnese di campli
Il borgo di Campli si sviluppa lungo un costone roccioso con una forma che assomiglia ad un sigaro. Ha un ingresso principale che sicuramente un tempo era delimitato da una porta lungo le fortificazioni che oggi sono solo in parte visibili.

Il borgo sviluppa lungo una via centrale che lo attraversa completamente, da questa via si diramano delle strade o dei vicoli laterali. Imboccata questa stretta via inizia la visita. Subito è evidente che gli edifici hanno subito diversi interventi e non sempre coerenti con la sua storia o le sue origini. Facciate molto diverse tra loro si affiancano, alcune in cotto, alcune in pietra, alcune piastrellate stile anni '60, molte intonacate moderne con colori dal verdino al giallo, al pastello, ecc.

Ben presto si giunge alla chiesa di San Francesco un bellissimo edificio religioso del XIV secolo realizzato in pietra squadrata con un bel portale decorato in pietra calcarea bianca. Tanto imponente quanto fragile, il recente terremoto ha ferito la chiesa e l'ha resa inagibile in attesa dei fondi necessari agli interventi.

Al suo fianco un angolo di quello che doveva essere il chiostro, oggi restaurato e sede del Museo Archeologico in cui sono custoditi numerosi reperti ritrovati nelle zone circostanti a Campli.

Proseguendo tra case storiche un po’ decadenti, edifici ristrutturati ed edifici anni ‘60, si incontra la casa del medico e dello speziale del XVI secolo, casa evidenziata da un cartello turistico che ho trovato chiusa perché immagino sia privata. Subito dopo un palazzo gentilizio, occupato da una farmacia, ha interessanti elementi esterni (due piccoli portici in pietra uno sopra l’altro con colonne in pietra tonde e quadrate) che fortunatamente sono stati conservati. Pochi metri è sulla destra appare un portico ricostruito e tinto di giallo che nasconde delle ampie porte in legno che richiamano le tipiche botteghe medievali.

Ormai siamo nella piazza principale, un ampio spazio dominato da due edifici, Palazzo Farnese (oggi sede del Municipio) e la cattedrale di Santa Maria in Platea.

Palazzo Farnese (chiamato anche Palazzo del Parlamento di Campli) è l’edificio civico più antico d’Abruzzo in quanto risale alla fine del 1200. Il palazzo si presenta basso e lungo con un ampio portico costituito da grandi arcate al pianteremo e salone delle riunioni al piano superiore. Purtroppo anche questo edificio ha subito dei danni dall’ultimo terremoto per cui risulta rinforzato in diversi punti.
scala santa di campli

Di fronte al Palazzo si erge la cattedrale di Santa Maria in Platea, edificata nel 1395 sui resti di un’antica costruzione. La chiesa prende il nome dalla scultura in pietra posta sul portale. Un cartello esterno racconta la storia travagliata di questo edificio colpito più volte dai terremoti e oggetto di diversi interventi nel corso del tempo.

Particolare la facciata che si compone di una porzione centrale simmetrica intonacata e posta tra due corpi laterali costituiti uno dal campanile, l'altro dal proseguimento della chiesa, ambedue in pietra squadrata. La chiesa è aperta per cui si può visitare ma entrando la sorpresa è notevole ; la struttura è tutta puntellata e sostenuta da una fitta ragnatela di tubi in acciaio (tubi innocenti verniciati). Il terremoto ha colpito duramente questo edificio, intere aree non sono accessibili e quello che più conta è che non sembra ci siano dei lavori in corso. Informandomi apprendo che non c’è molto da vedere, qualche scorcio d’affresco e il bel soffitto a tavole lignee dipinte, questo perché le opere più importanti sono state spostante nel Museo Diocesano compresa la famosa Madonna del Latte, una delle poche rappresentazioni della Madonna che allatta Gesù bambino.
La cripta del XII secolo è visitabile, uno spazio in cui si trovano delle piccole navatelle interamente ricoperte da affreschi di scuola giottesca (vedi i dettagli sulla chiesa)

Tornando sulla piazza principale e imboccando un percorso sul lato sinistro di Palazzo Farnese si raggiunge la chiesa di San Paolo con a fianco la Scala Santa. Quest’ultima venne istituita nel 1772 grazie al Privilegio Pontificio di Clemente XIV. La scala rappresenta la salita che Gesù dovette fare per raggiungere la stanza dove avrebbe subito l’interrogatorio di Ponzio Pilato prima di essere crocifisso. La scala è costituita da 28 gradini da salire in ginocchio per ottenere la remissione dai peccati. La scala è tappezzata da affreschi che ripropongono la Passione di Gesù Cristo. Alla sommità una ghiera metallica nasconde un altare su cui è posto il corpo di Gesù Cristo raffigurato subito dopo la deposizione dalla croce. Anche la scala di discesa è ricca di affreschi.

La chiesa di San Paolo posta a fianco della scala è piccola, semplice e ristrutturata da poco.

Da qui si può ritornare alla piazza principale e continuare la visita seguendo sempre la via principale. Questa parte del borgo è alquanto anonima, qualche casa in sasso, case moderne, piccoli condomini, palazzine, villette moderne, ecc.

Meglio tornare indietro percorrendo la strada che segue la cinta muraria di sud-est per trovare qualche vicoletto, qualche angolo o scorcio particolare prima di lasciare Campli.

CURIOSITA' SU
CAMPLI

SAGRA DELLA PORCHETTA ITALICA

E’ un evento che si svolge nell’ultima settimana del mese di agosto e dura cinque giorni durante i quali il borgo ospita persone e turisti che vogliono gustare questa bontà locale.

Durante la Sagra si svolge anche la gara dei porchettai. Le loro squisitezze sono sottoposte al giudizio di una serie di giurie, tra cui quella popolare, al fine di designare il nome del vincitore dell’evento, la migliore e più gustosa porchetta dell’anno.

SINTESI SU
CAMPLI

Campli è un borgo che ospita edifici civili e religiosi storici di sicuro interesse tanto da rientrare nel club di Borghi più Belli d’Italia. Il terremoto ha colpito diversi di questi edifici limitandone, in parte, la visione.

Però il resto del borgo riserva poche emozioni, scarsi gli spunti d’interesse percorrendo le sue vie o i suoi vicoli, tante le trasformazioni avvenute anche recentemente e pochi i recuperi. Campli ha così perso una parte importante dell’identità cioè quella popolare tipica di un borgo medievale.


 VALUTAZIONE COMPLESSIVA


  Posizione del borgo
  Stato di conservazione
  Rispetto storico architettonico
  Cura e pulizia del borgo
  Valorizzazione del borgo
  Segnaletica turistica

GALLERIA FOTOGRAFICA
CAMPLI

Tutte le foto e i video presenti in questa galleria sono di Roberto


palazzo gentilizio di campli

DOVE SI TROVA
CAMPLI

NELLE VICINANZE DI
CAMPLI

Borgo di Atri
torrione di Canzano
Borgo di Civitella del Tronto
vicolo di Notaresco

TI POTREBBE INTERESSARE

Viaggi

di Alisei

Video

di Alisei

Blog

di Roberto


NEWSLETTER ALISEI

Registrandovi alla Newsletter sarete sempre aggiornati sui borghi e sui castelli visitati da Roberto






CONDIVIDI QUESTA PAGINA

ReCaptcha

Questo servizio Google viene utilizzato per proteggere i moduli Web del nostro sito Web e richiesto se si desidera contattarci. Accettandolo, accetti l'informativa sulla privacy di Google: https://policies.google.com/privacy

Google Analytics

Google Analytics è un servizio utilizzato sul nostro sito Web che tiene traccia, segnala il traffico e misura il modo in cui gli utenti interagiscono con i contenuti del nostro sito Web per consentirci di migliorarlo e fornire servizi migliori.

Facebook

Il nostro sito Web ti consente di apprezzare o condividere i suoi contenuti sul social network Facebook. Attivandolo e utilizzandolo, si accetta l'informativa sulla privacy di Facebook: https://www.facebook.com/policy/cookies/

YouTube

I video integrati forniti da YouTube sono utilizzati sul nostro sito Web. Accettando di guardarli accetti le norme sulla privacy di Google: https://policies.google.com/privacy

PInterest

Il nostro sito Web ti consente di condividere i suoi contenuti sul social network PInterest. Attivandolo e utilizzandolo, si accetta l'informativa sulla privacy di PInterest: https://policy.pinterest.com/it/privacy-policy/