BORGO MEDIEVALE DI
MONTEFIASCONE
(Viterbo - Lazio)

.
.
.
.
.
.

Montefiascone è una importante cittadina della Tuscia in provincia di Viterbo che si trova vicino al lago di Bolsena. Il centro storico con il suo borgo medievale sorge su una collina alta circa 600 mt che domina la pianura circostante.
I pochi resti della Rocca dei Papi montefiascone
I pochi resti della Rocca dei Papi da poco ristrutturata

CENNI STORICI SU
MONTEFIASCONE

Le origini storiche di questo centro risalgono al tempo delle incursioni barbariche quando gli abitanti della pianura circostante si rifugiarono sulle alture realizzando le prime difese con opere di muratura difensiva ed è di questoi periodo la prima realizzazione della possente rocca con alte mura.

Montefiascone entrò nei domini della Chiesa nel VIII secolo, di cui divenne centro importante. Vista la sua posizione invidiabile dal punto di vista strategico, il centro subì diverse conquiste anche se di breve durata, prima Federico II, poi i ghibellini, poi Viterbo, nuovamente il ritorno alla Chiesa, poi venne conquistato da Francesco di Vico, poi da Francesco Sforza per poi tornare definitivamente sotto il dominio del Papato.

COSA VEDERE A
MONTEFIASCONE

Palazzo Renzi-Doria montefiascone
La mia visita al borgo storico inizia dalla piazza Vittorio Emanuele dove si trova l'ufficio turistico, un classico punto di inzio per le visite. Da qui si imbocca un vicolo in leggera salità che, attraverso un tunnel, passa sotto la torre civica. Subito dopo il tunnel, si viene accolti da una piccola piazzetta con al centro un antico pozzo, è Largo Plebiscito dove si affaccia il palazzo Renzi-Doria oggi sede del municipio. Il pozzo di Urbano V, risale al 1368,   ed è profondo 88 metri come indicato da una targa sul posto. Proseguendo verso sinistra, si imbocca il vicolo che porta verso la maestosa  Cattedrale rinascimentale di Santa Margherita, la stradina è stretta e diverse sono le auto parcheggiate e bisogna stare attenti alle auto che sopraggiungono.

Le facciate delle case sono state riviste e diversi sono gli stili, alcune mantengono la pietra in vista, altre non hanno rispettato il contesto storico del borgo. Si prosegue celermente  visto che non c'è molto da vedere, finche si giunge in uno slargo dove si trova la facciata della Cattedrale. Anche qui automobili da tutte le parti che sfruttano i pochi spazi a disposizione. Alla facciata della Cattedrale si affiancano due possenti torri campanarie, il tutto realizzato con due stili distiniti, la parte inferiore in pietra grigia e la parte superiore maggiormente lavorata in colore chiaro. Entrando nella Cattedrale subito si nota la sua pianta ottagonale che si sviluppa fino all'alta cupola, seconda, per altezza, a quella di San Pietro. L'interno è ricco di decorazioni, statue e affreschi, il tutto reataurato recentemente dopo un lungo perido di abbandono.

Sotto la Cattedrale si trova il Santuario di S. Lucia Filippini, una cripta a cui si accede scendendo una breve scalinata che si trova sulla sinistra nella piazza antistante la Cattedrale. Si tratta di uno spazio ottogonale con pietra a vista lineare e pulito, al centro l'altare con il corpo della Santa.

Ritornati nella piazza, si può proseguire lungo il vicolo principale che, passando tra case un po' anoniome e di scarso interesse turistico, conduce ad una antica porta d'accesso al borgo, superata la quale appare un bellissimo balcone naturale che offre una splendida veduta del Lago di Bolsena e delle colline circostanti. Si rientra nel borgo oltrepassando la porta e prendendo il vicolo che si trova subito a sinistra, che sale verso la Rocca. Qui inizia un'altra zona del borgo antico la quale presenta alcuni interessanti aspetti architettonici tipici dei borghi, con case di diversa altezza, archi, stretti passaggi, ecc. . In questa zona poco abitata si scopre il Montefiascone di un tempo.
le cupole della cattedrale di montefiascone
Dopo la visita a questo angolo del borgo di Montefiascone, è necessrio tornare indietro per incrociare la via che porta Rocca. Giunti nel grande piazzale antistante la Rocca, proseguendo sulla strada si costeggiano le mura esterne fintanto che sulla destra si intrevede uno stretto passaggio con un cancelletto metallico che da sulle scale che permettono di raggiungere il parco antistante l'ingresso alla Rocca.
Che spettacolo da questo che è il punto più altro di Montefiascone, un ampio parco ricco di alberi che offono una bella ombra. Da qui si accede a quello che rimane della Rocca dei Papi, la quale, dopo un periodo di abbandono, è stata recentemente restaurata ed oggi è sede di esposizioni e manifestazioni culturali. Questo è il punto di visione più alto che permette che offre una parnoramica spettacolare a quasi 360 gradi delle zone circostanti lago di Bolsena compreso.
Da qui, la Cattedrale di Santa Margherita, con la sua grande cupola, è alla nostra altezza, da qui, se fortunati, si può accedere alla piccola ma graziosa chiesina di S. Maria della Neve del XIII secolo che prese questo nome dal 1583 in quanto, dopo un lungo periodo di abbandono, venne trovata una targa riportante la frase latina "nive magna repleta".  Poco lontano dalla chiesina è possibile imboccare la via del ritorno, in realtà una scalinata che scende e porta al punto di partenza della nostra visita passando tra case recenti e antiche, vicoli stretti e tortuosi.

Merita una visita la chiesa di San Flaviano eretta nel XII sec. che si trova fuori dal centro cittadino. La chiesa si presenta con ampio portale gotico e da tre arcate con balcone a loggetta ed è  costituita da due ambienti sovrapposti, la chiesa inferiore, realizzata nel 1032, laddove sorgeva un sacello più antico e la chiesa superiore più recente.

CURIOSITA' DI
MONTEFIASCONE

Montefiascone si trova in una zona ricca di vigneti dove fiorente fiorente è l'industria enologica, specializzata nella produzione dei pregiati vini EST! EST!! EST!!!. 
A questo tipo di vino è legata una leggenda che racconta che nel 1111 un barone tedesco (tale Giovanni Defuk ), al seguito dell'imperatore Enrico V (appassionato degustatore di vini), mandò in avan scoperta un suo servitore a Montefiascone con il compito di assaggiare il vino locale e individuare quelli di buona qualità e di contrassegnare la locanda che lo vendeva con la scritta EST. Il messo fu così convinto della bontà del "Moscatello" locale che contrassegnò il luogo ripetendo tre volte il segnale EST. Il barone tedesco tanto apprezzò la qualità del vino da decidere di soggiornare a Montefiascone e tanto ne bevve che ne mori nel 1113, lasciando i suoi beni al Municipio con la clausola che una volta l'anno doveva essere versato un barile di quel vino nella sua tomba.

Nel mese d’agosto si svolge un’importante Fiera del vino, con esposizione e commercio dei migliori prodotti di tutto il comprensorio, come il locale “Est! Est! Est!".  Nell’ambito della Fiera avvengono varie manifestazioni, tra le quali il Corteo Storico, che rievoca la leggenda del vino Est!Est!!Est!!!


targa famoso vino EST EST EST

SINTESI SU
MONTEFIASCONE

Il borgo antico di Montefiascone offre alcuni punti di interesse come la bella Cattedrale di S. Margherita, quanto rimasto della Rocca dei Papi e la zona del borgo sottostante la Rocca dove la parte che apapre come la più antica del borgo sembra resistere alla cementificazione e/o alla ristruturazione senza precisi criteri

Il resto non è così stimolante per il turista benchè nel suo complesso il centro storico appaia ben manuntenuto e pulito. Essendo la zona ricca di località di interesse turistico e culturale, può valere la pena di prevedere una visita anche a questo centro.



 VALUTAZIONE COMPLESSIVA


  Posizione del borgo
  Stato di conservazione
  Rispetto storico architettonico
  Cura e pulizia del borgo
  Segnaletica turistica

GALLERIA FOTOGRAFICA BORGO
MONTEFIASCONE

Tutte le foto e i video presenti in questa galleria sono di Roberto


panorama del borgo di Montefiascone

UN TEMPO A
MONTEFIASCONE

DOVE SI TROVA
MONTEFIASCONE

BORGHI e CASTELLI NELLE VICINANZE DI
MONTEFIASCONE

visita al borgo medievale di Bolsena
visita al borgo medievale di Celleno
Visita al borgo di Civita Bagnoregio
visita al borgo medievale Mugnano

TI POTREBBE INTERESSARE

Tutti i Viaggi

di Roberto

Album Tematici

foto a tema

Il Blog

di Roberto


NEWSLETTER ALISEI

Registrandovi alla Newsletter sarete sempre aggiornati sui borghi e sui castelli visitati da Roberto






CONDIVIDI QUESTA PAGINA