BORGO MEDIEVALE DI
VASANELLO
(Viterbo - Lazio)

.
.
.

.
.

Vasanello è un comune che si trova nell’Agro Falisco cioè in quell’area che fu un tempo popolata dai Falisci, una antica popolazione italica nota per i suoi artisti nella produzione della ceramica, prima di essere conquistata dai romani nel 241 a.C.
Il borgo, con i suoi edifici storici più importanti, si sviluppa su un costone roccioso alla confluenza di due fossi essendo così, in buona parte, circondato da dirupi.

COSA VEDERE A
VASANELLO

chiesa di S. Maria Assunta Vasanello
La sua posizione su uno sperone roccioso che termina a punta, comporta che la visita, al centro storico di Vasanello, può avvenire solo dall’unico accesso esistente che inizia dalla piazza della Repubblica. Appena raggiunta la piazza subito si nota la presenza dell'imponetene Castello Orsini, l’edificio più importante e identificativo di Vasanello.

Il possente castello domina il paese, ha una pianta rettangolare ai cui angoli si trovano delle torri di difesa di cui una di maggiore dimensione e altezza. Il maniero fu eretto da Orso Orsini, nipote di papa Niccolò III, che inizio i lavori nel 1278 su su un preesistente bastione falisco – romano. Nel corso del tempo la famiglia Orsini trasformò l’edificio in una dimora gentilizia e si adoperarono per abbellirla arricchendola di affreschi e decorazioni.

Il castello è visitabile solo su richiesta dalla metà di marzo ad inizio novembre, inoltre non vengono accettati gruppi inferiori alle dieci persone, aspetto abbastanza limitante. Le indicazioni raccolte in loco, riportano che la visita guidata dura due ore e comprende solo alcune stanze degli appartamenti storici del castello, oltre al giardino medioevale e alla vecchia fabbrica di ceramiche in cui è presente una esposizione delle ceramiche prodotte nel castello fino agli anni '80.

Nella stessa piazza e dirimpetto al castello, si trova la chiesa di S. Maria Assunta, un edificio religioso realizzato in pietra dai toni scuri, con una forma curiosa, quasi irregolare per una chiesa. La facciata si contraddistingue per un piccolo porticato a cui si affianca il campanile sulla sinistra per poi proseguire con un piccolo contrafforte che nella parte superiore risulta merlato.
La chiesa risale al X secolo e l’interno si presenta bello e interessante. Le colonne che contraddistinguono le tre navate sono in peperino con capitelli romanici, nel presbiterio si trovano dei pregevoli affreschi del XII secolo. Interessante anche la tavola dell’Assunta e la cripta dove sono conservate le reliquie di San Lanno, patrono della città.

La visita al borgo puo' iniziare imboccando l’unica via che si incunea nel centro storico che si imbocca proprio sul fianco del castello. La strada si riduce e si trasforma in un vicolo sui si affacciano case molte delle quali sono state recentemente ristrutturate. Lungo il vicolo si aprono piccoli e caratteristici passaggi laterali o qualche slargo. Un aspetto che si nota è la presenza di molte fioriere in legno bianco appese sulle mura delle case. Esse ospitano piante e fiori di piccole dimensioni che danno un tocco di colore e di freschezza a tutto il borgo in cui prevale il colore grigio degli intonaci.

Così si giunge all’altezza del Palazzo comunale un edificio di recente ristrutturazione con degli orologi a vela nella parte superiore che vorrebbero, forse, simulare una torre civica. Di fronte si apre una piccola piazza in cui un lato e occupato da una grande casa signorile, sicuramente recente rispetto al resto visto il design, una struttura che sembra quasi abbandonata (basta guardare il giardino antistante) che male si inserisce nel contesto del borgo.

Da qui si può continuare a esplorare Visanello percorrendo anche i vicoli laterali che ogni tanto lasciano intravedere degli scorci caratteristici. Alla fine si raggiunge l’estrema punta del costone roccioso che sancisce la fine del centro storico e si deve tornare indietro.

Prima di raggiungere nuovamente la piazza principale, vale la pena di deviare a sinistra e percorre il vicolo che conduce alla chiesa di San Salvatore, un edificio religioso, anch’esso in pietra, del XIII secolo. L’interno a tre navate divise da colonne con dei bei capitelli, ospita alcuni interessanti affreschi ben conservati. Notevole il campanile, staccato dalla chiesa, sia per la sua altezza che per la sua bellezza architettonica dovuta alle finiture, all’uso di materiali diversi e da una articolata cella campanaria.

CURIOSITA' SU
VASANELLO

Come accennato nell'introduzione, Vasanello si trova all’interno dell’antico territorio dei Falisci che erano dei grandi artisti nella produzione di ceramiche artistiche. Dopo la conquista dei romani, quest’arte è praticamente scomparsa per essere poi ripresa solo nel XX secolo con la creazione di una fabbrica di ceramica artistica nelle scuderie del castello degli Orsini.


Non solo ceramiche artistiche ma anche articoli più semplici hanno nel tempo contrassegnato Vasanello. La tradizione di questa località è anche legata alle antiche fornaci dei Cocciari, mestiere praticato da coloro che costruivano i mattoni, le brocche e i vasi chiamati “pignatte”.

SINTESI SU
VASANELLO

Il borgo, pur avendo mantenuto il suo impianto originale, ha perso molto delle caratteristiche medievali a fronte di soluzioni più recenti compresi interventi di mantenimento/ristrutturazione che appaiono disordinati.

Risultano interessanti i suoi edifici storici (il castello e alcune chiese) tanto da meritare una visita.

Particolarmente gradevole l’usanza degli abitanti di addobbare le case con fioriere a muro in legno bianco ricche di piante e fiori che si apprezzano nella bella stagione …..


 VALUTAZIONE COMPLESSIVA


  Posizione del borgo
  Stato di conservazione
  Rispetto storico architettonico
  Cura e pulizia del borgo
  Valorizzazione del borgo
  Segnaletica turistica

GALLERIA FOTOGRAFICA BORGO
VASANELLO

Tutte le foto e i video presenti in questa galleria sono di Roberto


Castello Orsini di Vasanello

DOVE SI TROVA IL BORGO DI
VASANELLO

NELLE VICINANZE DI
VASANELLO

borgo di Caprarola
borgo di Mugnano
borgo di Vitorchiano

TI POTREBBE INTERESSARE

Tutti i Viaggi

di Roberto

Album Tematici

foto a tema

Il Blog

di Roberto


NEWSLETTER ALISEI

Registrandovi alla Newsletter sarete sempre aggiornati sui borghi e sui castelli visitati da Roberto






CONDIVIDI QUESTA PAGINA

ReCaptcha

Questo servizio Google viene utilizzato per proteggere i moduli Web del nostro sito Web e richiesto se si desidera contattarci. Accettandolo, accetti l'informativa sulla privacy di Google: https://policies.google.com/privacy

Google Analytics

Google Analytics è un servizio utilizzato sul nostro sito Web che tiene traccia, segnala il traffico e misura il modo in cui gli utenti interagiscono con i contenuti del nostro sito Web per consentirci di migliorarlo e fornire servizi migliori.

Facebook

Il nostro sito Web ti consente di apprezzare o condividere i suoi contenuti sul social network Facebook. Attivandolo e utilizzandolo, si accetta l'informativa sulla privacy di Facebook: https://www.facebook.com/policy/cookies/

YouTube

I video integrati forniti da YouTube sono utilizzati sul nostro sito Web. Accettando di guardarli accetti le norme sulla privacy di Google: https://policies.google.com/privacy

PInterest

Il nostro sito Web ti consente di condividere i suoi contenuti sul social network PInterest. Attivandolo e utilizzandolo, si accetta l'informativa sulla privacy di PInterest: https://policy.pinterest.com/it/privacy-policy/