BORGO MEDIEVALE DI
VITORCHIANO

.
.
.
.
.
.

Incantevole e caratteristico il borgo medievale di Vitorchiano che sorge su uno spuntone di roccia di peperino nel cuore della Tuscia, circondato da colline con folta vegetazione. Il borgo è protetto su tre lati da alti dirupi mentre il quarto, lato sud, è protetto da mura intramezzate da torri ancora tutte coronate di merli. L’interno del borgo è molto interessante perché ha conservato la tipica architettura medievale con le sue case in pietra, le torri, gli stretti vicoli, le piazzette e le caratteristiche scale esterne che qui si chiamano profferli. Vitorchiano è annoverato tra i Borghi più belli d’Italia.

Il cuore del borgo di Vitrochiano dall'alto
Il cuore del borgo di Vitrochiano dall'alto

CENNI STORICI SU
VITORCHIANO

Le origini di Vitorchiano non sono certe, dei reperti lo fanno risalire al tempo degli Etruschi. Dopo la dominazione romana furono i longobardi a dare un vero sviluppo a Vicus-Orchianus rinforzando le difese ed edificando il castello.
 
Un passaggio importante per Vitrochiano si ebbe quando, nel 1199 si ribellò alla potenza di Viterbo e per questo fu messa sotto assedio. Solo nel 1201 fu liberato e divenne feudo di Roma che l’aveva sostenuta in questa vicenda.
Ma i contrasti con Viterbo non finirono e dopo pochi anni (1232) i Viterbesi si impadronirono del paese e lo devastarono. Sotto il nuovo dominio Vitorchiano fu nuovamente rinforzata nelle sue difese diventando un castello difficilmente attaccabile.
 
I suoi abitanti però continuarono a preferire Roma a Viterbo e per liberarsi dal gioco viterbese fecero atto solenne e formale di sottomissione a Roma. A questa notizia, il Senato Romano nominò Vitorchiano "Terra Fedelissima all'Urbe" riconoscendogli esenzioni fiscali oltre alla possibilità di aggiungere al proprio stemma la sigla S.P.Q.R. e di fregiarsi della Lupa Capitolina.
 
Da quel momento, Vitorchiano seguirà le sorti di Roma e del Papato.

COSA VEDERE A
VITORCHIANO

vicolo borgo di Vitorchiano
La posizione particolare di Vitorchiano (su uno spuntone di roccia) fa si che il borgo abbia sempre usufruito di una protezione naturale su ben tre lati (burroni) su cui si sviluppa, L’ultimo lato, quello meridionale, è l’unico con un lungo muro di cinta realizzato in peperino (roccia abbondante in queste zone) ed ha un’unica porta d’accesso, Porta Romana.
 
Appena entrati nel borgo, si apre una piazzetta con la chiesa della SS Trinità del 1400 sulla sinistra. Voltandosi verso la porta si noterà quello che internamente rimane della stessa (è come se fosse sezionata). In una successiva ristrutturazione, è stata creata una facciata interna in cui è collocato un quadro di una Madonna venerata in città.
 
La strada appena imboccata prosegue dritta verso la piazza centrale. In questo tratto diverse case colore pastello si affacciano sulla via, edifici che hanno subito interventi recenti pur mantenendo lo stile di un tempo come i caratteristici portali in pietra. Questa è la zona dove il borgo è più largo per cui è consigliabile spingersi nelle vie e nei vicoli laterali perché una parte dello spettacolo offerto da Vitorchiano è qui racchiuso.
 
Raggiunta la piazza centrale, non molto grande, ecco alcuni degli edifici più importanti del borgo. La chiesina di Sant’Antonio Abate, attualmente sconsacrata e l’alta torre con l’orologio che si affianca alla possente torre dell’adiacente Palazzo Comunale. La torre dell’orologio porta una statua della Madonna frutto di un più recente intervento di ristrutturazione. Alla sua base una fontana chiamata a Fuso del XIII secolo interamente in peperino in cui sono scolpiti i quatrro evangelisti.
 
Per chi fosse interessato, è possibile salire sulla torre del Palazzo Comunale, dopo un notevole numero di gradini si arriva alla sommità da cui è possibile osservare una splendido panorama sul borgo e sulle zone circostanti.
 
Sul lato sinistro della piazza principale, si intravede una ulteriore porta sulla sinistra, si tratta della Porta Madonna della Neve (chiamata così sembra per una nevicata nel mese di agosto) la quale permette di accedere alla parte più antica del borgo.
Un tratto della parte esterna del borgo di Vitorchiano
Superata la porta inizia il viaggio nel vero cuore di Vitorchiano, praticamente un salto nel passato. Lasciatevi coinvolgere con un lento girovagare tra vicoli silenziosi, angoli caratteristici, splendidi sottopassaggi, case in pietra, caratteristici portoni consumati dal tempo e tante profferli, le famose scale esterne che danno accesso ai primi piani delle case che qui rappresentano la vera unicità. Durante il percorso si incrocia la chiesa di Santa Maria Assunta e l'antica casa del Vescovo.
 
Nell'osservare questa realtà sorge la domanda se e quanto è abitato un borgo come questo, un luogo privo di comodità e senza servizi. Quello che ho potuto constatare con sorpresa è che appaiono decisamente poche le abitazioni abbandonate o decadenti, molte le finestre aperte, molte le piante d'ornamento esposte sulle terrazze, lungo i vicoli o sulle porte delle case. E' anche vero che le persone che circolano sono poche e per lo più anziane, ma questo lo davo un po' scontato.
 
Un'altra constatazione piacevole la voglio riservare alla cura e alla pulizia di vicoli, si apprezza il fatto che gli abitanti hanno a cuore il loro borgo. Anche lo stato di conservazione di queste case è decisamente buono.
 
Conclusa la visita, consiglio di raggiungere un punto panoramico dal quale ammirare l’insieme del centro storico di Vitorchiano. Esso si trova fuori dalle mura, lo si raggiunge imboccando la strada provinciale 23 (via Teverina) e percorrendo circa 500mt.  Un ampio e comodo piazzale di sosta offre un belvedere da non perdere !!
 
La Tuscia è una autentica miniera di luoghi simili a Vitorchiano, vale la pena di organizzare un tour in questa magnifica regione.

CURIOSITA' SU
VITORCHIANO

Raggiungendo il piazzale panoramico esterno al borgo, oltre a godere di un grande spettacolo offerto da Vitorchiano arroccato sulla roccia, non potrà passare inosservata la presenza di una statua alta e stretta che assomiglia ai tanti monoliti presenti nell’isola di Pasqua.

Non si tratta di uno scherzo o di una qualsiasi copia, questo è un MOAI (nome delle famose statue) vero, unico pezzo al mondo al di fuori dell’Isola di Pasqua. E’ stato scolpito con asce da indigeni Maori diretti discendenti delle Orecchie Lunghe, lavoro eseguito in una cava di peperino di Vitorchiano nel 1987. Per quale motivo vi domanderete, la spiegazione la si può trovare qui.

------------------------------------------

Cavatelli Vitorchianesi
 
Prodotto tradizionale presente in tutto il Lazio ma che nasce a Vitorchiano. E’ una specialità gastronomica che è stata riconosciuta dal Ministero italiano delle politiche agricole come uno dei prodotti tipici della tradizione del Lazio.
 
Le origini di questa pasta sono molisane ma con la sua diffusione nel corso del tempo, essa ha assunto diverse varianti. Quelli di Vitorchiano hanno una forma diversa rispetto a tutte quelle del Meridione, assomiglia più ai pici umbro toscani o al lombrico laziale.

Si tratta di una tipologia di pasta lunga molto spessa, preparata con acqua e farina e sono tradizionalmente conditi con sugo di pomodoro, aglio e finocchio.

SINTESI SU
VITORCHIANO

Il borgo medievale di Vitrochiano è bandiera Arancione del Touring Club Italiano e annoverato come uno tra i Borghi più belli d’Italia. Ritengo che tutto questo sia meritato.

I punti forti del borgo sono ; il caratteristico arroccamento del borgo sullo spuntone roccioso di peperino, l’indiscussa bellezza dei suoi vicoli che offrono scorci notevoli di tempi passati e le tipiche case in pietra con le scale esterne (profferli).



 VALUTAZIONE COMPLESSIVA


  Posizione del borgo
  Stato di conservazione
  Rispetto storico architettonico
  Cura e pulizia del borgo
  Segnaletica turistica

GALLERIA FOTOGRAFICA BORGO
VITORCHIANO

Soffermando il mouse sulla foto, appare la descrizione (su desktop)
-------------
Puoi vedere la galleria anche con il comodo Slideshow


SLIDESHOW


  • Veduta di Vitorchiano arroccato sulla roccia
  • Veduta dal drone del borgo di Vitorchiano
  • la parte più antica del borgo di Vitorchiano dall'alto
  • Un tratto delle mura borgo di Vitorchiano
  • Porta Romana , unico accesso al borgo di Vitorchiano
  • Porta Romana vista dall'interno
  • via principale del borgo  di Vitorchiano
  • torre dell'orologio con la fontana a Fuso di Vitorchiano
  • piazza principale del borgo di Vitorchiano
  • Porta Madonna della Neve di Vitorchiano
  • vicolo del borgo antico con case in pietra
  • chiesa di Santa Maria Assunta di Vitorchiano
  • uno stretto vicolo tra case in pietra e scale esterne di Vitorchiano
  • angolo del borgo di Vitorchiano dove il tempo sembra essersi fermato
  • Portone di una cantina segnato dal tempo
  • vicolo principale parte più antica del borgo
  • vicolo, case in pietra e scale di Vitorchiano
  • terrazza x osservare tratto esterno del borgo di Vitorchiano
  • vicolo caratteristico con scale esterne di Vitorchiano
  • ingresso di una casa, sembra di altri tempi .....
  • altro portone di una cantina segnato dal tempo

UN TEMPO A
VITORCHIANO

DOVE SI TROVA IL BORGO DI
VITORCHIANO

BORGHI e CASTELLI VICINI A
VITORCHIANO

visita borgo di Celleno
visita borgo di Montefiascone
visita borgo di Mugnano

TI POTREBBE INTERESSARE

Tutti i Viaggi

di Roberto

Album Tematici

foto a tema

Il Blog

di Roberto


NEWSLETTER ALISEI

Registrandovi alla Newsletter sarete sempre aggiornati sui borghi e sui castelli visitati da Roberto






CONDIVIDI QUESTA PAGINA