BORGO MEDIEVALE DI
MORROVALLE
(Macerata / Marche)

.
.
.
.
.

Posto su una dolce collina nella vallata del Chienti, Morrovalle è un paese con un borgo storico le cui origini sono antecedenti al Medioevo. Un tempo il suo nome era Murri de Valle (Forte sulla Valle) quando subì l’invasione longobarda che indusse a fortificare il borgo a cui venne associato un castello diventando un Castrum militare.

Di tutto questo oggi rimane ben poco se non l’impianto medievale che è stato mantenuto.

COSA VEDERE A
MORROVALLE

Porta Alvaro borgo di Morovalle
L’accesso al borgo di Morrovalle avviene normalmente da Porta Alvaro, antica porta la quale ha subito diversi interventi nel tempo tanto da trasformarla radicalmente. Superata la porta si imbocca la via principale che conduce verso il centro del borgo. Una prima piazza, circondata da edifici molto diversi tra loro per stile e fattura tra loro, è stata trasformata in un parcheggio auto per cui si prosegue velocemente imboccando lo stretto vicolo (via Giuseppe Mazzini). Si inizia ad intravedere quello che più assomiglia ad un borgo. In un piccolo slargo si trova una piccola chiesa dedicata a San Giuseppe con un curioso campanile a vela laterale (non sul tetto) che appare schiacciato dagli edifici circostanti. Proseguendo, tra case in cotto e qualche casa moderna, si incontra il Palazzo dei Priori antica sede delle istituzioni comunali, per poi giunge (sulla destra) alla piazza principale del borgo funestata da molte auto parcheggiate disordinatamente.

Sul un fianco della piazza si erge la chiesa di Sant’Agostino che si presenta con una semplice e lineare facciata in cotto contraddistinta da alcune lesene che simulano delle alte colonne. La chiesa, che un tempo era associata ad un convento agostiniano, appare ben conservata grazie ad un recente restauro, purtroppo è chiusa in occasione della mia visita. Il cartello turistico esterno indica che l’interno è tipicamente barocco con una duecentesca Madonna delle Grazie dipinta su cuoio.

Nella stessa piazza spicca il Palazzo Comunale affiancato dalla torre civica di origini trecentesche (sembra ma non è il campanile della chiesa). Sempre nella stessa piazza, si affaccia il Palazzo Lazzarini edificio del XIV secolo in stile gotico, oggi sede del museo civico e della pinacoteca. Esternamente si presenta con importanti interventi di contenimento dopo il recente terremoto che ha colpito questa zona, conseguentemente temporaneamente chiuso.

Uscendo dalla piazza e tenendo il palazzo comunale sulla sinistra, inizia la visita alla parte più popolare del borgo fatta di vicoli caratteristici, case in cotto, stretti passaggi tra le case, piccoli archi, ecc. No si incontrano molte persone tra questi vicoli, molte sono le case che appaino chiuse, però il borgo appare pulito e nel suo complesso ben conservato. In questo tour non mancano alcuni edifici significativi come la chiesa di San Bartolomeo Apostolo, Palazzo Roberti e il bel Palazzo Vicoli Nada ricavato da un precedente spazio del convento agostiniano che oggi ospita il Museo del Presepe (momentaneamente chiuso).

Nel girovagare nel borgo sicuramente ci si imbatte nell'elegante Palazzo Romagnoli in stile gotico veneziano e nella Porta delle Fonti (il nome dalle antiche fonti nelle vicinanze) ristrutturata che oggi si presenta nella forma a tutto sesto ma evidenzia una precedente versione a sesto acuto.

Fuori dal centro storico di Morrovalle, merita una visita l’ex convento di San Francesco e il Santuario della Madonna dell'Acqua Santa del 1612.


CURIOSITA' SU
MORROVALLE

Il Miracolo eucaristico di Morrovalle

Correva l’anno 1560, quando nella notte tra il 16 e il 17 aprile scoppiò un grande incendio nella chiesa del convento di San Francesco.
Nei giorni successivi, si procedette con gli scavi tra le macerie per recuperare qualcosa, quando, nella cavità del muro dell'altare maggiore, si scorse il corporale da un lato e la S.S. Eucaristia dall'altro. Al ritrovamento dell’ostia consacrata ancora intatta, si gridò al miracolo. Papa Pio IV indisse un processo canonico interrogando i testimoni e il 19 settembre dello stesso anno, emise una bolla pontificia con la quale dichiarò ufficialmente che l’evento è la testimonianza di un miracolo.

Ogni anno a Morrovalle l’evento viene ricordato dal 17 al 27 Aprile con la “Festa dei Perdoni”.

SINTESI SU
MORROVALLE

Il borgo medievale di Morrovalle è una realtà storica interessante nonostante non disponga di edifici storici particolari o chiese con grandi opere d’arte.
Il centro storico si presente ricco di palazzi signorili ben conservati anche se diversi sono quelli colpiti dal recente terremoto che ne hanno portato alla chiusura al pubblico (esclusi quelli privati).

Borgo pulito e ben conservato presenta ancora angoli caratteristici nella zona più popolare dove però sono evidenti gli abbandoni.





 VALUTAZIONE COMPLESSIVA


  Posizione del borgo
  Stato di conservazione
  Rispetto storico architettonico
  Cura e pulizia del borgo
  Valorizzazione del borgo
  Segnaletica turistica

GALLERIA FOTOGRAFICA BORGO
MORROVALLE

Tutte le foto e i video presenti in questa galleria sono di Roberto


caratteristico vicolo borgo di morrovalle

DOVE SI TROVA IL BORGO DI
MORROVALLE

NELLE VICINANZE DI
MORROVALLE

borgo di Monte San Giusto
borgo di Montecosaro
borgo di Montelupone

TI POTREBBE INTERESSARE

Viaggi

di Alisei

Video

di Alisei

Blog

di Roberto


NEWSLETTER ALISEI

Registrandovi alla Newsletter sarete sempre aggiornati sui borghi e sui castelli visitati da Roberto






CONDIVIDI QUESTA PAGINA

ReCaptcha

Questo servizio Google viene utilizzato per proteggere i moduli Web del nostro sito Web e richiesto se si desidera contattarci. Accettandolo, accetti l'informativa sulla privacy di Google: https://policies.google.com/privacy

Google Analytics

Google Analytics è un servizio utilizzato sul nostro sito Web che tiene traccia, segnala il traffico e misura il modo in cui gli utenti interagiscono con i contenuti del nostro sito Web per consentirci di migliorarlo e fornire servizi migliori.

Facebook

Il nostro sito Web ti consente di apprezzare o condividere i suoi contenuti sul social network Facebook. Attivandolo e utilizzandolo, si accetta l'informativa sulla privacy di Facebook: https://www.facebook.com/policy/cookies/

YouTube

I video integrati forniti da YouTube sono utilizzati sul nostro sito Web. Accettando di guardarli accetti le norme sulla privacy di Google: https://policies.google.com/privacy

PInterest

Il nostro sito Web ti consente di condividere i suoi contenuti sul social network PInterest. Attivandolo e utilizzandolo, si accetta l'informativa sulla privacy di PInterest: https://policy.pinterest.com/it/privacy-policy/