BORGO MEDIEVALE DI
SIROLO
(Ancona - Marche)

.
.
.
.
.
.

Sirolo è una località balneare sulla riviera del Conero molto conosciuta per le sue coste e spiagge e per le bellezze naturali per buona parte del suo territorio comunale che si trova all’interno del Parco regionale del Conero. Sicuramente Sirolo e meno conosciuta per il suo borgo medievale, un piccolo centro storico ubicato sul monte Conero a circa 125 metri di altezza che andremo a visitare.
vicolo principale borgo di Sirolo
Il vicolo principale del borgo di Sirolo

CENNI STORICI SU
SIROLO

La presenza umana in questo territorio risale all’era neolitica, in seguito l'area venne popolata dai Piceni (alcune centinaia di anni a.C.) di cui sono ancora visibili alcune necropoli tutt'oggi visitabili.

Successivamente fu zona di dominio ellenico e poi romano. Ecco che intorno all’anno mille sorge un primo castello, una struttura fortificata atta a difendersi dai barbari. Dopo il 1225 il castello e il territorio rientrò nelle proprietà della città di Ancona cosa che gli permise di avere una certa autonomia fino al passaggio sotto lo Stato della Chiesa.

COSA VEDERE A
SIROLO

tranquillo vicolo borgo di Sirolo
Il centro storico di Sirolo si trova alle spalle della grande piazza centrale del paese in cui è presente una bella e ampia balconata che si affaccia sul mare Adriatico. Dell’antico castello ben poco è rimasto, la porta gotica e un tratto di mura che circondano il borgo sul lato meridionale.

Partendo dalla piazza principale si percorre quella che potremmo definire la via principale del borgo che porta verso la porta gotica. Tra alcuni negozi x turisti, sulla destra ecco la facciata della chiesa del Rosario, un edificio religioso in stile barocco risalente ai primi anni del 1600. Proseguendo si raggiunge la ben conservata Porta Gotica anche se circondata da attività commerciali. Per immergersi nel cuore del borgo basta tornare indietro leggermente e infilarsi in una via laterale sulla sinistra.

Da qui si può iniziare l’esplorazione della parte più bella di Sirolo fatta da vicoli pedonali stretti su cui si affacciano abitazioni spesso in stili e colori diversi. Tali abitazioni non sono quelle originali del tardo medioevo, sono frutto di varie ristrutturazioni susseguitesi nel tempo, comunque sono piacevoli e cromaticamente variegate, ben curate e mantenute. Si percepisce il coinvolgimento degli abitanti nel preservare e valorizzare la propria cittadina.

I vicoli sono disposti in modo ortogonale, puliti e tranquilli con una contenuta presenza di turisti perché qui non ci sono attività commerciali, bar o ristoranti ma solo abitazioni che i diversi proprietari abbelliscono con piante e fiori. Il borgo non è esteso e ben presto si raggiunge la cinta muraria meridionale dove è ancora presente una torre dell’antica fortificazione. 

BADIA S. PIETRO al CONERO
SIROLO
nelle vicinanze

La badia è facilmente raggiungibile percorrendo la strada che da Sirolo porta alla sommità del monte Conero, una bella strada tutta curve immerse nel verde che giunge in un’area dove si trova la Badia di San Pietro al Conero.

In questa zona sorge un ex convento dei Camaldolesi oggi convertito in un lussuoso Hotel quindi non visitabile. Quello che si può visitare è la chiesa che si trova nel complesso a cui si accede attraverso una antica e caratteristica porta che si affaccia su un ampio piazzale. Realizzata dai benedettini poco dopo l’anno mille, venne poi utilizzata dai Camaldolesi che restarono fino all’Ottocento.

Semplice ma bella la chiesa romanica in pietra del Conero che risulta in ottimamente conservata  dopo un recente restauro. L’interno a te navate con l’altare su un piano sollevato è alquanto spoglio, stona un po’ la scala metallica centrale che troppo si discosta dal resto in pietra chiara. Soto l’altare la cripta dove si apprezza il bel lavoro di restauro.

Da questa Badia inizia il sentiero che porta alla famosa e pittoresca spiaggia delle Due Sorelle che sorge sul lato più scosceso del monte Conero, sentiero abbastanza accidentato e impegnativo.

Mia recensione su Google Maps
chiesa della Badia S. Pietro al Conero
La chiesa della Badia S. Pietro al Conero

CURIOSITA' SU
SIROLO

Il palio in onore di San Nicola da Bari, patrono di Sirolo, si celebra nel week end successivo al 9 maggio. Il palio è una sfida di ben 10 contrade del comune di Sirolo articolata in due disfide che prendono lo spunto da episodi della vita del Santo e da uno dei suoi miracoli : vedi  Paliodisannicola.it

 
Un'altra curiosità di rilievo sono le tante leggende legate a questo territorio. In particolare quella delle "Due Sorelle” che ha dato il nome alla più famosa spiaggia della zona. 
 
Una notte, la giovane Mitì (giovane e bella fancialuula figlia di un povero pescatore) fece un sogno: l’arrivo, sulla spiaggia del paese di un giovane marinaio che, appena giunto a riva, chiese la sua mano, promettendole che sarebbero fuggiti insieme. 
Mitì, mossa da questo sogno, si recò tutti i giorni sulla caletta, aspettando l’arrivo del ragazzo e cantando una canzone bellissima e seducente. Il canto e il fascino della fanciulla portarono molti giovani marinai sulla riva, nel tentativo di conquistare la ragazza, ma ella rifiutava perché in attesa del promesso sposo che le si era rivelato in sogno. Con il passare del tempo, la giovane Mitì perse la pazienza e con la complicità di un Demone marino, iniziò ad imprigionare i marinai, attratti dal suo canto, nella vicina “grotta degli Schiavi” e a riversare su di essi il suo dolore.
 
Un giorno si avvicinò a riva una barca con a bordo un bel giovane. Mitì, credendo che si trattasse del ragazzo sognato, gli corse incontro ma lui confessò che era venuto per sposare un’altra ragazza del villaggio. Per il dolore, Mitì cominciò a nuotare seguendo la barca con i due amanti, cantando sempre la stessa seducente melodia finché non scomparve in mare. Il Demone, solo ed impotente senza il fascino della bella giovane, venne trasformato in pietra e diviso in due per le sue malefatte creando così i due faraglioni che danno lustro e nome all’iconica spiaggia di Sirolo: le due Sorelle.
 
La leggenda continuò ad essere ravvivata da alcuni marinai i quali raccontavano che una bella giovane, dai capelli verdi e ricoperta di squame, abbia nuotato al seguito delle loro imbarcazioni a largo di Sirolo, cantando una bellissima ma incomprensibile melodia.

SINTESI SU
SIROLO

Sirolo è un piccolo borgo che si trova in una posizione invidiabile. Il suo centro storico è molto bello, ben conservato anche se pochi sono gli elementi medievali ancora presenti.

Passeggiare tra i suoi stretti e colorati vicoli riserva un certo fascino per la cura degli edifici e per la tranquillità che li pervade. 

La vicinanza al Parco del monte Conero e ai tanti scorci della bella costa di tutta la zona, concorrono ad suggerire una visita



 VALUTAZIONE COMPLESSIVA


  Posizione del borgo
  Stato di conservazione
  Rispetto storico architettonico
  Cura e pulizia del borgo
  Segnaletica turistica

GALLERIA FOTOGRAFICA BORGO
SIROLO

Tutte le foto e i video presenti in questa galleria sono di Roberto


panoramica del borgo di Sirolo

DOVE SI TROVA
SIROLO

BORGHI e CASTELLI NELLE VICINANZE DI
SIROLO

visita borgo castelfidardo
visita borgo corinaldo
visita borgo di Offagna
visita al borgo di Recanati

TI POTREBBE INTERESSARE

Tutti i Viaggi

di Roberto

Album Tematici

foto a tema

Il Blog

di Roberto


NEWSLETTER ALISEI

Registrandovi alla Newsletter sarete sempre aggiornati sui borghi e sui castelli visitati da Roberto






CONDIVIDI QUESTA PAGINA