BORGO DI
MONTEPULCIANO
(Siena - Toscana)

.
.
.
.
.
.
.

Montepulciano è un centro abitato fondato dagli Etruschi . Quello che oggi vediamo è frutto del grande sviluppo avvenuto nel XIV secolo. Il borgo di Montepulciano si erge su una collina nel bel contesto naturale a cavallo tra la Val di Chiana e la Val d’Orcia. Il suo impianto urbanistico è quello caratteristico dei borghi medievali che gravitavano intorno ad un castello o ad una fortezza.

Il borgo è molto esteso, se paragonato a tanti altri della stessa zona/epoca, e si sviluppa come un lungo fuso leggermente curvo che segue il profilo della collina su cui sorge. Montepulciano è ricco di chiese ma sopratutto di Palazzi nobiliari, quasi tutti privati.

COSA VEDERE A
MONTEPULCIANO

Panoramica borgo di Montepulciano
Vista l’estensione del centro storico di Montepulciano, si può iniziare la vista da diversi punti anche se mi sento di consigliare di raggiungere l’ingresso che si trova a sud del centro storico dove si trova la Fortezza (molte le indicazioni stradali). I parcheggi auto sono inevitabilmente limitati ma con un po’ di pazienza …....

Seguendo questa indicazione, si entra nel borgo di Montepulciano da una porta posta sulla cinta muraria che affianca la Fortezza Medicea. Pochi passi e si raggiunge l’ingresso dell'edificio che avviene dai giardini antistanti. Nel corso del tempo, la Fortezza è stata distrutta e ricostruita più volte, l’ultima e quella oggi visibile, fu un’opera di un ingegnere senese per cui gli venne attribuito il termine Fortezza Medicea. Attualmente il Comune la utilizza come centro culturale che ospita mostre, convegni, iniziative culturali.
Qui siamo nel punto più altro di Montepulciano e da qui si inizia a ascendere per affrontare il borgo. Poco dopo la Fortezza, la strada giunge alla piazza centrale e più importante di Montepulciano ; Piazza Grande. E' una grande piazza circondata da diversi edifici che sono stati realizzati in tempi diversi per cui si osservano stili architettonici completamente diversi. La piazza è dominata dal Palazzo Comunale che per la torre e il coronamento merlato ricorda il Palazzo della Signoria di Firenze. E’ possibile entrare e salire sulla torre per una visione panoramica di tutto rispetto su Montepulciano e su tutte le vallate circostanti.

Altro edificio di rilievo è il Duomo dedicato a S. Maria Assunta che risale al 1592 il quale presenta una grande facciata grezza di un colore scuro che stona un po’ con il resto degli edifici circostanti. L’interno della chiesa si presenta a tre navate, austero e con pianta a croce latina. Qui sono presenti alcune importanti opere tra cui un Trittico dell’Assunta di notevole bellezza.
I rimanenti edifici della piazza sono Palazzi nobili di ottima fattura che, come detto in precedenza, sono quasi tutti privati e non visitabili. Di rilievo il Palazzo del Capitano, uno dei più antichi, risalente al XIII secolo.

Ora non resta che proseguire imboccando la via principale che scende a sinistra. Si scende progressivamente tra palazzi in pietra chiara alcuni dei quali ostentano elaborati portali con busti e stemmi. 
Scorcio del borgo di Montepulciano

Non mancano alti caseggiati in cotto con bei portali e lesene in pietra. Si osservano anche edifici ristrutturati di recente che sono stati, purtroppo, intonacati. Molte le attività commerciali come bar, ristoranti ed enoteche che propongono il rinomato e apprezzato Vino Nobile di Montepulciano.

Prestando attenzione sulla sinistra, si noterà una piazza su cui si affaccia una chiesa, si tratta di un lato del Convento di San Francesco che è ben più grande ed esteso di quello che qui appare. Il complesso ha origini antiche (XIII secolo). Chiesa e convento trovati chiusi.

Riprendendo a scendere e osservando i tanti palazzi che si incrociano si giunge all’altezza di un palazzo con porticato (oggi occupato da una Banca). La strada si divide, quella principale prosegue verso destra mentre imboccando la strada a sinistra si raggiunge la bella chiesa di Santa Lucia con un elaborato portale in travertino. Questa piccola ma graziosa chiesa è spesso chiusa.

Riprendendo la discesa lungo la via principale, si raggiunge un piccolo slargo dove si affaccia la bella chiesa di Sant’Agostino del 1285 la quale si presenta con una imponente e articolata facciata in travertino chiaro risalente al XV secolo. Sul portale risalta la lunetta in rilievo e in terracotta con la Madonna e i Santi Giovanni Battista e Agostino. L’interno, ad unica navata, è del XVII secolo, quasi tutti gli elementi come altari laterali, statue, colonne, stucchi, ecc. sono in colore bianco mentre l’abside e le volte hanno uno sfondo ocra.

Nello stesso slargo e di fronte alla chiesa, alzando lo sguardo sopra la Torre dell'Orologio o Torre Civica si noterà la figura di Pulcinella nell'intento di suonare la campana, una figura inconsueta per questa zona (vedi Curiosità)

Continuando a scendere si raggiunge la parte finale e più bassa del borgo dove si incontra una colonna (Colonna del Marzocco) per poi giungere, imboccando il vicolo di sinistra, alla Porta del Prato,  storico ingresso nord di Montepulciano.

Da qui non resta che tornare al punto di partenza, ora è tutta salita. Mi raccomando non per la stessa strada percorsa all’andata, il borgo riserva altri punti e scorci suggestivi nelle vie laterali e nei vicoletti che si diramano dalla via principale e dalle vie parallele alla principale in particolare nella parte alta del borgo. Così facendo si scopriranno altre due interessanti porte (porte doppie) ben conservate, Porta di Gozzano e Porta delle Farine, decisamente bella e ben conservata con l'immagine della Madonna racchiusa all'interno delle due porte.

TEMPIO DI
SAN BIAGIO
nelle vicinanze

E’ un imponetene edificio religioso che si trova a poca distanza dal centro cittadino in posizione isolata e circondato da un ampio prato.
L’origine della chiesa è legata ad un fatto miracoloso avvenuto il 23 aprile 1518. Le giovani Antilia e Camilla assieme a un contadino di nome Toto, passando davanti ad un affresco  raffigurante la Madonna con il Bambino e San Francesco, presente nella precedente piccola chiesa, videro che gli occhi della Vergine si muovevano come se fosse viva. Questo evento coinvolse Toto il quale dedicò tutta la vita per raccogliere fondi al fine di erigere la chiesa.

Il Tempio, dedicato a San Biagio Santo di origine armena, ha una pianta a croce greca con cupola centrale e abside semicircolare. Particolare la presenza di due campanili di cui uno è solo accennato. L’esterno come l’interno della chiesa è rivestito di travertino chiaro aspetto che conferisce una notevole eleganza all’edificio.

L’interno è articolato con molte colonne a altari laterali però risulta alquanto semplice anche per la ridotta presenza di arredi. L’unica parete con un certo numero di elementi decorativi e di statue è quella centrale dell’Altare Maggiore dove spicca l’interesse affresco raffigurante la Madonna col Bambino e San Francesco, protagonista del miracolo che portò alla costruzione della chiesa.


veduta chiesa di San Biagio
Tempio di San Biagio
Tempio di San Biagio

CURIOSITA' SU
MONTEPULCIANO

Pulcinella

Come descritto nell’articolo, nel centro di Montepulciano, sulla cima della Torre dell’Orologio o Torre Civica, è presente una campana che scandisce le ore la quale viene colpita da un automa vestito da Pulcinella.

Un personaggio che non ti aspetti a Montepulciano. La sua presenza non è chiara per cui è nata, inevitabilmente, una leggenda la quale narra che il Pulcinella fu portato da un sacerdote o vescovo di origine napoletana nell’anno 1524 per un legame affettivo con la sua terra d’origine.



Il vino

Più che una curiosità qui parliamo di una tradizione consolidata di coltivazione della vite che porta alla produzione di un vino molto conosciuto e apprezzato : Vino Nobile di Montepulciano.

Il vitigno a bacca nera di Montepulciano qui trova le condizioni migliori per crescere e arricchirsi di sapori, condizioni ideali per la sua coltivazione, quello caldo-secco delle zone collinari o di altopiano.

Girando per il borgo di Montepulciano si incontreranno molte enoteche e punti di degustazione di questo vino che rappresenta una eccellenza del territorio e che è stato il primo vino italiano ad avere ottenuto la D.O.C.G. primato che condivide con il Brunello di Montalcino.

SINTESI SU
MONTEPULCIANO

Montepulciano è un interessante borgo medievale che si evidenzia per i tanti Palazzi Nobiliari ancora presenti (visibili solo dall’esterno) e ben conservati.
Peccato che la Fortezza Medicea abbia perso la sue caratteristiche di presidio di difesa.
Diverse le chiese chiuse. Il borgo è esteso se paragonato a tanti altri centri medievali di queste valli ed è frequentato da molti turisti anche per la notorietà data dal vino che qui si produce.

Il borgo appare ordinato e pulito.



 VALUTAZIONE COMPLESSIVA


  Posizione del borgo
  Stato di conservazione
  Rispetto storico architettonico
  Cura e pulizia del borgo
  Valorizzazione del borgo
  Segnaletica turistica

GALLERIA FOTOGRAFICA
MONTEPULCIANO

Tutte le foto e i video presenti in questa galleria sono di Roberto


via centrale borgo Montepulciano


PAESAGGI DELLA
VAL D'ORCIA
intorno a montepulciano

val d'orcia  

Scorcio sulla Val d'Orcia
Scorcio sulla Val d'Orcia

DOVE SI TROVA
MONTEPULCIANO

NELLE VICINANZE DI
MONTEPULCIANO

Borgo di Montalcino
borgo di Monticchiello
borgo di Pienza
vicolo di San Quirico d'Orcia

TI POTREBBE INTERESSARE

Viaggi

di Alisei

Video

di Alisei

Blog

di Roberto


NEWSLETTER ALISEI

Registrandovi alla Newsletter sarete sempre aggiornati sui borghi e sui castelli visitati da Roberto






CONDIVIDI QUESTA PAGINA

ReCaptcha

Questo servizio Google viene utilizzato per proteggere i moduli Web del nostro sito Web e richiesto se si desidera contattarci. Accettandolo, accetti l'informativa sulla privacy di Google: https://policies.google.com/privacy

Google Analytics

Google Analytics è un servizio utilizzato sul nostro sito Web che tiene traccia, segnala il traffico e misura il modo in cui gli utenti interagiscono con i contenuti del nostro sito Web per consentirci di migliorarlo e fornire servizi migliori.

Facebook

Il nostro sito Web ti consente di apprezzare o condividere i suoi contenuti sul social network Facebook. Attivandolo e utilizzandolo, si accetta l'informativa sulla privacy di Facebook: https://www.facebook.com/policy/cookies/

YouTube

I video integrati forniti da YouTube sono utilizzati sul nostro sito Web. Accettando di guardarli accetti le norme sulla privacy di Google: https://policies.google.com/privacy

PInterest

Il nostro sito Web ti consente di condividere i suoi contenuti sul social network PInterest. Attivandolo e utilizzandolo, si accetta l'informativa sulla privacy di PInterest: https://policy.pinterest.com/it/privacy-policy/