040 Montebibele

PARCO ARCHEOLOGICO
DI MONTE BIBELE

Insediamento etrusco-celtico sugli Appennini
Il Parco Archeologico di Monte Bibele è un'area archeologica incentrata sui ritrovamenti di un insediamento etrusco – celtico risalente al IV secolo a.C.  All'interno del Parco sono presenti anche altri ritrovamenti e siti che sono parte storica e integrante con l’insediamento.

Il Parco Archeologico di Monte Bibele e in particolare l’insediamento che andremo a visitare, si trova in una zona isolata dell’Appennino bolognese, zona scelta dalle popolazioni etrusche per il fatto di essere ben nascosta e fuori dai percorsi noti a quel tempo ma anche perché ben difendibile in quanto inserita in un contesto di dirupi e impervi pendii boschivi.

In realtà il Monte Bibele che ha dato il nome al Parco è solo la cima più alta di un piccolo gruppo di alture su cui si estende il Parco ma non è il luogo dove si trova l’insediamento che si trova più in basso sul Monte Savino rivolto sulla valle del torrente Idice.

COME ARRIVARE AL PARCO
ARCHEOLOGICO DI MONTE BIBELE

Per raggiungere il Parco Archeologico di Monte Bibele vi sono tre possibilità o vie d'accesso. La prima è quella attraverso il Centro Servizi del Parco facilmente raggiungibile in auto. Percorrendo la strada che da San Lazzaro di Savena conduce alla frazione di Quinzano di Loiano (strada che affianca il torrente Zena), poco prima della frazione di Quinzano, una strada sterrata, ben evidenziata e segnalata, conduce al Centro Servizi. Qui si può tranquillamente parcheggiare. Il centro non è sempre aperto, nella bella stagione sicuramente è aperto la domenica e i festivi.

Dal Centro Servizi parte un sentiero che conduce al sito di Pianella di Monte Savino dove si trova l’insediamento di nostro interesse.

Sentiero ingresso al sito archeologico di Monte Savino
Sentiero ingresso al sito archeologico di Monte Savino
Il sito archeologico mascherato dalla boscaglia
Il sito parzialmente mascherato dalla boscaglia
La seconda possibilità, è quella di accedere dalla frazione di Quinzano di Loiano. Nel centro della frazione c’è un ampio e comodo parcheggio. Lasciata l’auto si imbocca la strada che porta alal chiesa la quale poi conduce, senza possibilità d’errore, all’ingresso del Parco (buona la segnaletica). Imboccato il sentiero si sale in un piacevole contesto boschivo che conduce al Centro Servizi una passeggiata nella natura preferita da molti. 
Giunti sulla cime del crinale, circa a metà percorso, viene indicata una deviazione che porta direttamente all’abitato etrusco-celtico, una alternativa più veloce.

Terza possibilità è quella dell’ingresso chiamato “il Borgo” che si raggiunge imboccando una deviazione sempre lungo la strada del torrente Zena. Lo sconsiglio perché poco segnalata e non porta  nessun vantaggio rispetto a quella del Centro Servizi.

VISITA AL PARCO
ARCHEOLOGICO DI MONTE BIBELE

Sia partendo dal Centro Servizi che dalla frazione di Quinzano, si raggiunge l’abitato etrusco-celtico, cuore del Parco Archeologico. I due percorsi di avvicinamento si uniscono poco prima dell’insediamento, l’ultimo tratto è particolarmente suggestivo, il sentiero percorre uno stretto crinale con dirupi sia a destra che a sinistra. Era ed è ancora l’unico percorso per accedere all'insediamento che per questa caratteristica risultava facilmente difendibile.

Si tratta di un percorso breve visto che dopo pochi passi si apre una piccola spianata in leggera pendenza in parte nascosta dalla boscaglia dove troviamo la Pianella di Monte Savino nostro punto d'arrivo.
ricostruzione di una capanna monte bibele
La prima ricostruzione di una capanna
Il piano inferiore della capanna monte bibele
Il piano inferiore della capanna
La visita all’area archeologica avviene attraverso un percorso guidato dove ogni punto d’interesse ha un cartello con le relative spiegazioni. Si inizia subito con la ricostruzione di una capanna, un modello abitativo su due piani. Al piano superiore è presente una piccola mostra fotografica con la storia delle ricerche archeologiche effettuate qui e nell’intera valle dell’Idice.

Proseguendo si incontra “l’area dei fulmini”, un luogo rituale orientato verso il sorgere del sole superato il quale si giunge ad una particolarità. Una piazzola nella quale è stato rinvenuto il “Quadrante Solare”, una pietra rotonda lavorata con delle incisioni (qui una copia) che sembra dovesse servire per identificare il nord geografico e anche il trascorrere del tempo.
Zona del Quadrante Solare monte bibele
Zona del Quadrante Solare
Il Quadrante Solare monte bibele
Il Quadrante Solare

Si continua con la visita scndendo nella zona più bassa dell'insediamento, zona di bassi muretti che rappresentano le basi di alcune abitazioni oltre alla presenza di una gradinata di collegamento tra gli isolati. Sul fianco un cavità artificiale, una probabile cisterna dove si immagina venisse accumulata la neve per la conservazione del cibo durante l’inverno.

Tracce in pietra di alcune abitazioni
Tracce in pietra di alcune abitazioni
cisterna conservazione cibo monte bibele
La cisterna per la conservazione del cibo

Andando oltre ecco una cavità naturale detta “Tana del tasso” probabile area dove venivano svolti dei riti. Il percorso guidato ora porta ad un’altra capanna che assomiglia più a una casa a due piani. Al piano primo la vera abitazione, al piano inferiore, a contatto con il terreno, si trovava il focolare (ritrovamento di alari in argilla e ferro). Questa ricostruzione è stata possibile grazie a diversi ritrovamenti che si sono conservati negli strati di crollo delle abitazioni in seguito ad un incendio che ha portato alla distruzione dell’insediamento.

una abitazione (piano primo) monte bibele
Altra ricostruzione di una abitazione (piano primo)
ricostruzione di una abitazione (piano terra) monte bibele
Altra ricostruzione di una abitazione (piano terra)

Con questa casa si conclude la visita a questa interessante area archeologica un piccolo spaccato della dura vita su queste montagne prima della venuta di Cristo. Il sito archeologico è ben conservato anche se, a mio avviso, avrebbe bisogno di qualche attenzione in più, come lo sfalcio dell'erba che cresce abbondante tra le pietre e i bassi muretti.

NEI PRESSI DEL SITO
ARCHEOLOGICO DI MONTE BIBELE

Durante il percorso di avvicinamento al sito archeologico dell'abitato etrusco-celtico, non saranno sfuggite le varie indicazioni e segnalazioni di altri punti d’interesse sempre all’interno del Parco Archeologico di Monte Bibele.

Non lontano dall’abitato si trova la Necropoli con pochissimi resti che pertanto assume solo un valore simbolico. Vicino vicino all’ingresso al Parco dalla frazione di Quinzano (alla fine della salita) è presente la “Radura del tumolo”, Come dice il cartello turistico, su un ecosistema di antiche sabbie marine è stato ritrovato un tumolo di grandi pietre, quindi una tomba probabilmente riferita ad un importante personaggio.


I reperti originali qui ritrovati sono conservati presso il Museo Archeologico di Monterenzio, comune di cui questo sito fa parte.

ARTICOLI CORRELATI

I MULINI DEL SAVENA

Visita ad alcuni di mulini ad acqua posti nella valle del fiume Savena in provincia di Bologna e facenti parte della "Via dei Mulini"

I MAESTRI DEL PASSATO

Breve rassegna di alcuni dei grandi maestri della fotografia internazionale vissuti durante il XX secolo

BOLOGNA STORICA

                        Piccola rassegna di dipinti di autori noti e anonimi sulla Bologna degli anni 1600-1800, fotografie di vita popolare di Bologna

IL BAROCCO ANDINO

Incontro con il Barocco Andino nel corso di un viaggio alla scoperta del Perù. Visite ad alcune chiese lungo la strada Puno - Cusco in Perù

VIAGGI ALISEI IN EVIDENZA

  • Il fascino e i colori africani

    Dettagli...
  • Gli scenari naturali americani

    Dettagli...
  • Gli splendidi arcipelaghi asiatici

    Dettagli...
  • La bellezza delle isole greche

    Dettagli...

TI POTREBBE INTERESSARE

Borghi

di Alisei

Instagram

di Alisei

Viaggi

di Alisei

Video

di Alisei


NEWSLETTER di ALISEI


Registrandoti alla Newsletter riceverai aggiornamenti sui viaggi e sui post di Roberto








ReCaptcha

Questo servizio Google viene utilizzato per proteggere i moduli Web del nostro sito Web e richiesto se si desidera contattarci. Accettandolo, accetti l'informativa sulla privacy di Google: https://policies.google.com/privacy

Google Analytics

Google Analytics è un servizio utilizzato sul nostro sito Web che tiene traccia, segnala il traffico e misura il modo in cui gli utenti interagiscono con i contenuti del nostro sito Web per consentirci di migliorarlo e fornire servizi migliori.

Facebook

Il nostro sito Web ti consente di apprezzare o condividere i suoi contenuti sul social network Facebook. Attivandolo e utilizzandolo, si accetta l'informativa sulla privacy di Facebook: https://www.facebook.com/policy/cookies/

YouTube

I video integrati forniti da YouTube sono utilizzati sul nostro sito Web. Accettando di guardarli accetti le norme sulla privacy di Google: https://policies.google.com/privacy

PInterest

Il nostro sito Web ti consente di condividere i suoi contenuti sul social network PInterest. Attivandolo e utilizzandolo, si accetta l'informativa sulla privacy di PInterest: https://policy.pinterest.com/it/privacy-policy/